Meteo

La notte più fredda da inizio inverno: temperature a -7 gradi nelle campagne

La colonnina di mercurio è scesa di diversi gradi al di sotto dello zero nel ravennate, soprattutto in periferia

Foto Emilia Romagna Meteo

Quella tra lunedì e martedì è stata la notte più fredda dall'inizio dell'inverno. La colonnina di mercurio è scesa di diversi gradi al di sotto dello zero nel ravennate, soprattutto in periferia. Spiccano i -7.2°C di Alfonsine, i -6.7°C a Villa Prati e San Biagio di Faenza, i -6.6°C a Voltana e i -6.6°C a Voltana, ma anche i -6.5°C a Gambellara, i -6.4°C a Bizzuno, i -6.3°C a Roncalceci, i -6.2°C ad Albereto, i -6.1°C a San Romualdo e, infine, i -6°C a San Pietro in Trento e Bagnacavallo sud.

E nella prima mattinata è arrivata anche la nebbia ad accentuare la sensazione di freddo. Il crollo delle temperature notturne è la conseguenza dell'aria fredda giunta nei giorni scorsi, che si è sedimentata nei bassi strati. Il picco del freddo era atteso proprio tra lunedì e martedì.

Nei prossimi giorni è previsto un cambiamento della circolazione atmosferica. Il transito di alcuni sistemi nuvolosi sul nord-Italia porterà vari impulsi di precipitazione anche sull'Emilia Romagna. Il tutto è favorito dalla presenza di blocchi di alta pressione in pieno oceano Atlantico, col conseguente passaggio di perturbazioni provenienti da ovest o nord-ovest, precedute da afflussi di aria molto mite. Le temperature, dopo un iniziale aumento, tenderanno a mantenersi su valori attorno a 10 gradi di giorno e superiori alla zero durante la notte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La notte più fredda da inizio inverno: temperature a -7 gradi nelle campagne

RavennaToday è in caricamento