rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Meteo

Tempesta e vento oltre i 100 km orari: la paura di rivivere l'incubo di giugno

In un momento il cielo sopra il ravennate si è coperto come se d’improvviso fosse calata la notte

Tanta paura di rivivere l'incubo dello scorso 28 giugno. In un momento il cielo sopra il ravennate si è coperto come se d’improvviso fosse calata la notte. Un violentissimo nubifragio si è abbattuto nel primo pomeriggio di giovedì sul territorio. In pochi secondi il cielo ha riversato con un'enorme violenza un consistente quantitativo d'acqua, trasformando alcune strade in corsi d'acqua. L'allerta meteo numero 84 diramata mercoledì dall'Agenzia regionale di Protezione Civile e da Arpae era "gialla" per quanto riguardava il territorio di Ravenna. Criticità ordinaria: ma il temporale che si è abbattuto sul ravennate è stato probabilmente ben oltre le attese.

Si attendevano infatti raffiche tra 60 e 70 chilometri orari, ma il vento ha toccato anche i 97 chilometri orari a Marina di Ravenna, 93,3 a Rosetta di Alfonsine, 83,7 a Voltana e 72 a Ravenna nord. La raffica più forte si è rilevata a Lugo con 120 chilometri orari. A Faenza, dove il vento ha raggiunto i 114 chilometri, ha "battuto il record" del 26 dicembre 1999, quando soffiarono raffiche ai 111 km/h. Nella città manfreda si sono registrati crolli di alberi, con i Vigili del Fuoco chiamati agli straordinari. Danni anche nel Lughese, dove si sono avuti anche dei blackout.

>>>IL VIDEO DEL NUBIFRAGIO SUL RAVENNATE<<<

Nubifragio sul ravennate del 10 agosto

I danni

La tempesta, in una decina di minuti, ha seminato danni in diverse zone. La Romea è stata bloccata tra Casal Borsetti e i lidi ferraresi, a Coccolia un albero è crollato sulla Ravegnana, a Lugo, Lido Adriano, Convetello, Marina Romea, Russi, Voltana, Porto Corsini e Ammonite si è segnalato un blackout e a Marina di Ravenna i residenti sono senza acqua nè luce. La Reale è finita  bloccata tra la piazza e via Santerno Ammonite per un albero caduto. Sul posto sono intervenute le squadre dell’Anas per la gestione della viabilità, provvisoriamente deviata su strade secondarie segnalate in loco, con filtri al km 13 (Casalborsetti), per i veicoli provenienti da Ravenna e diretti a Venezia, e al km 28 (innesto con Raccordo Autostradale 8 Ferrara-Porto Garibaldi), per i veicoli provenienti da Venezia e diretti a Ravenna.

Maltempo, Statale Adriatica bloccata e tetto scoperchiato (foto di Massimo Argnani)

A Santo Stefano una pianta è crollata su via Cavedalone portandosi dietro un lampione e il filo elettrico, in viale Alberti degli alberi sono crollati sulla pista ciclabile e cassonetti dei rifiuti in mezzo alla strada, un altro albero sarebbe caduto sul passaggio a livello in zona Mezzano. A Fornace Zarattini è stato scoperchiato il tetto del bar dei Repubblicani, ascensori in tilt a Ponte Nuovo. Danni anche nel faentino, dove in diverse zone è saltata la luce e alcuni alberi sono crollati sulla automobili parcheggiate in piazza San Domenico. Piange l'agricoltura: le raffiche hanno rovesciato interi impianti di frutteti rovesciati tra Faenza e Forlì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tempesta e vento oltre i 100 km orari: la paura di rivivere l'incubo di giugno

RavennaToday è in caricamento