menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Irruzione fredda artica con forte temporale: "Insieme a tanti fulmini è caduta la neve tonda"

E' l'opinione di Fabio Casadei, grande appassionato di meteorologia

Quella che è caduta lunedì sera durante il violento temporale che ha colpito la zona di Russi, parte della Bassa Romagna e San Biagio era neve tonda. E' l'opinione di Fabio Casadei, grande appassionato di meteorologia. Quella della neve tonda è un tipo di precipitazione solida, costituita da granelli di ghiaccio bianchi e opachi di forma sferica del diametro di circa 2-5 millimetri. Questi grani sono facilmente comprimibili e rimbalzano quando arrivano al suolo. La precipitazione si sviluppa da cumulonembi: attraversando uno strato di atmosfera relativamente più caldo, i fiocchi si fondono, ma non completamente. Il fiocco di neve conserva così parte della sua struttura originaria, ma nel frattempo si arrotola su se stesso e si può ricoprire di uno strato di ghiaccio per la presenza di goccioline di acqua sopraffusa che si "aggregano" al fiocco. Questo tipo di precipitazione si osserva abitualmente con un temperatura lievemente superiore allo zero. Le condizioni favorevoli sono in genere create dal passaggio di un vortice freddo in quota. Ed è proprio quello che è accaduto nella tarda serata di lunedì: in questo si possono formare rovesci temporaleschi, anche difficile da prevedere, che possono scaricare l'aria fredda improvvisamente nei bassi strati, con precipitazioni sottoforma di neve tonda.

Racconta Casadei: "Le precipitazioni sono state molto intense (rain rate falsato dall'accumulo di neve tonda e neve nel pluviometro che ha limitato notevolmente l'afflusso della precipitazione alla basculante), vento e, soprattutto, fulmini e tuoni violentissimi. Uno ha colpito in pieno casa, rompendo il modem esterno e la scheda di rete interna del pc.I fulmini/tuoni erano potentissimi, da far tremare i muri". La precipitazione, aggiunge, "è stata sempre sotto forma di neve tonda (graupel, ben comprimibile tra le dita)". E' stato, conclude, "un momento veramente intenso con temperatura crollata a +3,9°c (dopo i +20,8°c di lunedì pomeriggio) ed accumulo di 8,4 mm".

neve-tonda-11-marzo-2019-fabio-casadei-5

neve-tonda-11-marzo-2019-fabio-casadei-2

neve-tonda-11-marzo-2019-fabio-casadei-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Come dare nuova vita al giardino con il Bonus Verde 2021

Attualità

Torna l'iniziativa "Parliamo della mia salute": gli incontri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento