menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vento forte, mare mosso e rischio mareggiate: scatta l'allerta meteo

Si annuncia un martedì piuttosto turbolento lungo la fascia costiera. Il rapido ingresso di aria più fredda sull'Adriatico si manifesterà con un'intensificazione della ventilazione

Si annuncia un martedì piuttosto turbolento lungo la fascia costiera. Il rapido ingresso di aria più fredda sull'Adriatico si manifesterà con un'intensificazione della ventilazione dai quadranti nord-orientali, con raffiche piuttosto intense. L'evoluzione vedrà una rapida attenuazione dei fenomeni già nel corso del pomeriggio. La Protezione Civile ha diramato un'allerta arancione per la fascia costiera e gialla per il settore pianeggiante per "vento". Recita il bollettino: "Nelle prime ore di martedì e nel corso della mattinata, il veloce passaggio di un fronte freddo sul settore adriatico settentrionale determinerà un deciso aumento della ventilazione di Bora da nord-est sul mare e sui settori costieri della regione. Sono previsti sui settori litoranei e sul mare venti con valori di intensità fino a Beaufort 9 (74-88 km/h) e raffiche localmente anche superiori".

"Nelle aree di pianura adiacenti al settore costiero sono previsti venti fino a Beaufort 8 (62-73 km/h) - viene aggiunto -. Contestualmente avremo anche mare al largo fino ad agitato con altezza dell'onda attorno a 3 metri proveniente da est, nord-est e fino a 2,5 m sottocosta con un rapido innalzamento dell'onda. Potranno verificarsi anche localizzate erosioni dei litorali. I fenomeni saranno in attenuazione nella seconda parte della giornata. Sono attese anche locali precipitazioni che potranno assumere carattere di rovescio o temporale più probabili sulle aree nord-orientali di bassa pianura prossime al corso del Po".

Nei giorni a seguire, informa il servizio meteorologico dell'Arpae, "la presenza di un campo di alta pressione di origine sub-tropicale sul bacino del Mediterraneo favorirà condizioni di tempo stabile e soleggiato sulla nostra regione per gran parte del periodo considerato, a parte possibili addensamenti pomeridiani sui rilievi appenninici. Solo alla fine del periodo in esame il transito di un'onda depressionaria in area alpina potrebbe favorire un incremento dell'instabilità. Le temperature sono previste inizialmente in lieve aumento, con valori massimi fino a 33/35°C nelle aree pianeggianti interne, in leggera diminuzione a fine periodo".

Il sindaco Michele de Pascale, autorità comunale di protezione civile, raccomanda “di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione, fra le quali, in questo caso, fissare gli oggetti sensibili agli effetti del vento o suscettibili di essere danneggiati; non accedere a moli e dighe foranee e prestare particolare attenzione nel caso in cui si acceda alle spiagge”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Come dare nuova vita al giardino con il Bonus Verde 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento