Politica

Elezioni, il M5S alle elezioni punterà sull'uscita da Hera

"Il fine più ambizioso e dichiarato senza mezzi termini sarà la cessazione del rapporto attuale con Hera per la raccolta dei rifiuti affinché nasca una società al 100% pubblica che garantisca una raccolta porta a porta"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Buona la risposta del pubblico in termini numerici e di partecipazione all'incontro sull'ambiente, il territorio e la salute organizzato dagli Amici di Beppe Grillo per la Bassa Romagna.

L'evento ha avuto luogo Giovedì 9 Gennaio nella sala conferenze del Tatì Hotel di Lugo, e, come dichiarato dal coordinatore Domenico Coppola, sarà il primo di una serie di eventi che seguiranno per presentare nel dettaglio tutti i punti del programma dei cinque stelle.

I punti fermi che si sono evinti nel corso della serata e le risposte che sono state fornite alle domande dei cittadini hanno chiarito quali sono gli obiettivi che la giunta pentastellata intende perseguire a Lugo e nella Bassa Romagna in caso di vittoria alle prossime amministrative. Il fine più ambizioso e dichiarato senza mezzi termini sarà la cessazione del rapporto attuale con Hera per la raccolta dei rifiuti affinché nasca una società al 100% pubblica che garantisca una raccolta porta a porta fino all'80% e che permetta l'introduzione della Tariffa Puntuale (si paga rispetto a quanto rifiuto residuale si produce).

Saranno previste inoltre delibere che incentivino la vendita di prodotti sfusi e alla spina e, sempre grazie alla società pubblica di raccolta rifiuti, laboratori del “riuso” in cui si insegni a riciclare in modo utile e creativo.

Sono state inoltre presentate delle proposte interessanti in merito al riassetto della viabilità urbana al fine di diminuire le emissioni di CO2, incentivare l'uso della bicicletta nel centro urbano, facilitare gli spostamenti mediante la predisposizione di appositi percorsi collegati da Navette e istituire tragitti esclusivamente ciclabili che uniscano tutti i comuni della Bassa Romagna. Il tutto potenziando il trasporto pubblico e incoraggiando il passaggio da una società “autocentrica” ad una “umanocentrica”.

Infine è stato ribadito con fermezza il no alla centrale di Stoccaggio ad Alfonsine, insieme alla promessa di una soluzione definitiva alla spinosa questione della Discarica di Voltana e alla garanzia di una verifica a tappeto di tutti i bio-digestori e gli impianti che producono energia tramite combustione presenti nel territorio, per certificare la quantità di inquinamento che producono e assicurare il corretto espletamento delle procedure previste dalla legislazione in materia.

Movimento 5 Stelle Bassa Romagna

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, il M5S alle elezioni punterà sull'uscita da Hera

RavennaToday è in caricamento