rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Politica

Accampamenti abusivi, la petizione di Lista per Ravenna arriva in Comune: "Il sindaco imponga il rispetto della legge"

La petizione, firmata da 447 cittadini, chiede all'Amministrazione di prendere provvedimenti contro presunti nomadi e giostrai presenti in città

Venerdì nell’aula del consiglio comunale di Ravenna, si terrà una seduta della commissione consiliare 1 “Affari istituzionali e Sicurezza”, convocata per discutere la petizione di Lista per Ravenna, sottoscritta da 447 cittadini, intitolata: “Accampamenti abusivi disdicevoli di nomadi e giostrai. Il sindaco imponga il rispetto della legge e dell’ordine”.

Le richieste avanzate al sindaco attraverso la petizione sono le seguenti: "riguardo ai nomadi, revocare la residenza anagrafica fittizia in via dell’Anagrafe; di conseguenza, individuare per lo stazionamento dei loro mezzi un luogo esterno ai quartieri e alle zone abitate; applicare loro il cosiddetto “Daspo urbano”, disposto dall’articolo 4 del nuovo regolamento della Polizia locale di Ravenna, provvedendo, come dice la legge nei casi di stanziamento abusivo recidivo, all’allontanamento dal luogo fino a sei mesi, che sale fino a due anni per le persone condannate in secondo grado per reati contro la persona o il patrimonio commessi negli ultimi cinque anni".

Per quanto riguarda le persone indicate come 'giostrai', la petizione chiede di "effettuare, sulla base delle autorizzazioni loro concesse per svolgere la propria attività nel territorio comunale in determinati luoghi e periodi, controlli serrati della Polizia Locale sulla sosta dei loro mezzi nel parcheggio di via Medulino indicato dal Comune, affinché non si prolunghi oltre il termine di volta in volta stabilito; quando ciò succeda, disporre l’allontanamento forzato di tali mezzi dal parcheggio e imporre sanzioni adeguate, non autorizzando agli inadempienti ulteriori periodi di esercizio giostraio nel comune di Ravenna; in ogni caso, il Comune individui al più presto anche per loro, come promesso da anni, un luogo di stazionamento regolare diverso da via Medulino, che sia esterno agli abitati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accampamenti abusivi, la petizione di Lista per Ravenna arriva in Comune: "Il sindaco imponga il rispetto della legge"

RavennaToday è in caricamento