Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Acqua, Gardin e Alberghini: "Aumento bollette sproporzionato e ingiustificato"

“Acqua mia, quanto mi costi”. Si potrebbe sintetizzare così l’ultimo incubo dei cittadini romagnoli. Visto che, da Ravenna a Rimini, si è misurato un aumento in bolletta, anche dell’8%"

“Acqua mia, quanto mi costi”. Si potrebbe sintetizzare così l’ultimo incubo dei cittadini romagnoli. Visto che, da Ravenna a Rimini, si è misurato un aumento in bolletta, anche dell’8%". Sulla questione hanno già puntato da tempo la loro attenzione sia l’ex candidato a sindaco ravennate, Massimiliano Alberghini, che il capogruppo Lega in Consiglio comunale, Samantha Gardin. 
"A seguito dell’aumento delle tariffe dell’acqua da parte di Atersir (l’Agenzia territoriale dell’Emilia Romagna per i servizi idrici, i cui vertici sono indicati dal Pd; ndr) in un momento storico che non lo giustifica assolutamente, abbiamo deciso di chiedere una presa di posizione all’assessore Camelliani. Nel dettaglio abbiamo chiesto a lui e alla sua Amministrazione qual è la posizione ufficiale della Giunta: sono d’accordo su questi aumenti spropositati, oppure no? Lo dicano chiaramente."

 In sostanza, Alberghini, così come Gardin, vogliono capire se c’è unità di intenti e vedute negli organi a guida Pd, sulla torbida vicenda. 

"Finora – sottolineano dall’opposizione – l’assessore non ha avuto il coraggio di rispondere, in quanto (qualora fosse d’accordo) dovrebbe poi andare a spiegarlo ai cittadini. In caso contrario, dovrebbe riferirlo ai propri amici e colleghi della Regione. Ma, si sa, se Bologna chiama…. Tutti zitti e a capo chino.» Samantha Gardin entra anche nel merito del processo che ha portato agli aumenti in bolletta: «Il bilancio di Romagna Acque – spiega - serve solo ed unicamente a produrre utili per Ravenna Holding e, in via definitiva, per il Comune. Non c’è giustificazione di applicare aumenti tariffari, quando il bilancio della società chiude in forte utile: 4 milioni, con un previsto aumento per i prossimi anni. Il Comune – concludono Gardin e Alberghini - deve spiegare perché non si sia nemmeno opposto alla decisione della Regione, ma abbia approvato tale aumento, che era ben dichiarato nel budget 2017. Chi lo spiegherà ora ai cittadini?" A tal proposito nei prossimi giorni sarà depositata una mozione per chiedere l’impegno della Giunta a non applicare ulteriori aumenti alle tariffe nei prossimi anni. "Vedremo se avranno il coraggio di mettersi di fianco ai cittadini" concludono Gardin e Alberghini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua, Gardin e Alberghini: "Aumento bollette sproporzionato e ingiustificato"

RavennaToday è in caricamento