rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Politica

Alma Mater al top, il Pri: "Risultato ottenuto grazie all'impegno di Ravenna e della Romagna"

"L'ordine del giorno che abbiamo proposto all'attenzione del Consiglio comunale va proprio nella direzione del massimo coinvolgimento delle nostre opzioni universitarie nella vita della città"

La recente statistica diffusa dall'Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca colloca l'Alma Mater ai primi posti della classifica degli atenei italiani, in particolare per l'eccellenza della ricerca e della organizzazione sul territorio. Giannantonio Mingozzi e Chiara Francesconi, consiglieri comunali del gruppo PRI, rilevano come “questo obiettivo che colloca Bologna al top di dipartimenti come giurisprudenza, lettere, ingegneria, e scienze dell'ambiente si raggiunge grazie anche all'impegno della Romagna e dell'insediamento ravennate particolarmente attivo in alcuni degli insegnamenti citati".

"Le dieci aree nelle quali eccelle Bologna, vedono infatti particolarmente attive le sedi romagnole e a Ravenna, giurisprudenza, ingegneria, scienze ambientali e lo stesso dipartimento di conservazione dei beni culturali hanno il merito di influire positivamente sul giudizio dell'Alma Mater. Anche i nuovi investimenti che si profilano nel campo dei servizi agli studenti (nuova residenza universitaria, i recenti laboratori inaugurati a scienze ambientali), l'offerta di opportunità di lavoro che cresce nel  sistema economico ravennate rivolta ai neolaureati e infine le prospettive di sviluppo di archeologia e conservazione beni culturali, rappresentano unitamente al crescere degli spin off una ragione in più per considerare la presenza dell'Università a Ravenna con 3.500 iscritti ed una media di 500 laureati all'anno un beneficio ormai consolidato per il territorio della nostra provincia", aggiungono.

A tal fine, concludono Mingozzi e Francesconi "l'ordine del giorno che abbiamo proposto all'attenzione del Consiglio comunale affinchè gli studenti ravennati di archeologia, vengano coinvolti nella stesura della nuova carta archeologia, va proprio nella direzione del massimo coinvolgimento delle nostre opzioni universitarie nella vita della città". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alma Mater al top, il Pri: "Risultato ottenuto grazie all'impegno di Ravenna e della Romagna"

RavennaToday è in caricamento