rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica

Amianto nell'ex caserma, Grandi (Viva Ra) chiede di spostare la bonifica al termine delle scuole. Il 'no' dell'assessore

Il consigliere di Viva Ravenna: "Vista la potenziale pericolosità dell’intervento e la vicinanza con la sede decentrata del liceo Classico Alighieri, si chiedeva un gesto di buon senso che potesse prevedere di rimandare il lavoro al periodo delle vacanze scolastiche"

Martedì pomeriggio il consigliere comunale di Viva Ravenna, Nicola Grandi, ha presentato un question time in consiglio comunale per interrogare il sindaco sull’opportunità di spostare i lavori di bonifica di una parte del terreno dell’ex Caserma Dante Alighieri di via Nino Bixio a dopo la fine del periodo scolastico, una richiesta che giunge dopo la notizia che, durante la riqualificazione dell’area, era emersa la presenza di frammenti di lastre di fibrocemento (amianto) che potrebbero aver contaminato il terreno su cui furono rinvenute. Sulla questione era poi intervenuta l'assessora ai Lavori pubblici Federica Del Conte affermando che si trattava solo di "poche piccole scaglie di cemento amianto" e che la bonifica sarebbe stata effettuata in sicurezza, prima di procedere alla realizzazione del parco.

"A testimoniare che non si trattava di un intervento politico di pura demagogia o polemica - afferma Nicola Grandi - sullo stesso argomento è stato presentato, praticamente in contemporanea, un quesito simile da parte di un consigliere di maggioranza (Davide Buonocore della lista De Pascale Sindaco, ndr), anch’egli preoccupato dell’evolversi della situazione e della sicurezza dei ragazzi che frequentano la scuola. L’area è stata infatti coinvolta in un processo di bonifica che prevede l’asportazione di 40 cm di terreno, con lavori che dovranno concludersi entro il 15 aprile, ma vista la potenziale pericolosità dell’intervento, e pur nella massima fiducia nella buona esecuzione dei lavori e del rispetto di ogni norma di legge, insieme al collega chiedevamo semplicemente, data la vicinanza con la sede decentrata del liceo Classico Alighieri, un gesto di buon senso che potesse prevedere di rimandare il lavoro al periodo delle vacanze scolastiche, al fine di evitare qualsiasi rischio, anche potenziale".

"Il collega (Buonocore, ndr) ha anzi segnalato all’assessore un'ulteriore possibilità, quella di spostare l’inizio dei lavori al periodo delle vacanze pasquali ma dall’assessore Del Conte non è giunta alcuna apertura - prosegue il consigliere di Viva Ravenna - i lavori si faranno quando e come già stabilito, senza nessuno spostamento, in pieno periodo scolastico e senza prendere neppure minimamente in considerazione le nostre proposte, quanto meno in via cautelativa e non fosse altro per tranquillizzare le famiglie dei ragazzi. Un’occasione persa insomma, l’ennesima, per dimostrare un minimo di capacità di ascolto ed autocritica e la disponibilità ad un gesto che sarebbe stato poco più che di buon senso, oltre che di nessun impatto economico insomma il solito copione al quale noi consiglieri siamo ormai avvezzi ma al quale non possiamo abituarci".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto nell'ex caserma, Grandi (Viva Ra) chiede di spostare la bonifica al termine delle scuole. Il 'no' dell'assessore

RavennaToday è in caricamento