Amoroso (LpRa): "Il Comune garantisca uno stipendio minimo di 8 euro all'ora"

Il candidato al consiglio comunale di Lista per Ravenna: "Non è giusto che ci siano salari da quattro euro all'ora".

Punta sul lavoro il programma di Antonio Amoroso, candidato al consiglio comunale con Lista per Ravenna. "Non é giusto venire a conoscenza dell'esistenza di stipendi in cui chi lavora percepisce circa 4 euro all'ora. É necessario di nuovo, per le istituzioni pubbliche, reinvestire sui cittadini e dare dignità ai lavoratori. Nelle mie intenzioni come candidato a consigliere comunale - spiega Amoroso in una nota - vi é quella di studiare un piano per rendere lo stipendio minimo pari a 8 euro orari, eliminando ove possibile i contratti a chiamata, sopratutto per tutti quei servizi che vengono offerti dal Comune attraverso ditte o cooperative esterne".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Coronavirus, la nuova fotografia dei contagiati: undici sono in isolamento domiciliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento