menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anche il Pd di Cervia contro l'assessore Fiumi: "Il sindaco faccia le sue valutazioni"

Anche il Partito Democratico di Cervia si schiera contro l'assessore Michele Fiumi, dopo che nei giorni scorsi la Cna ne ha chiesto addirittura le dimissioni

Anche il Partito Democratico di Cervia si schiera contro l'assessore Michele Fiumi, dopo che nei giorni scorsi la Cna ne ha chiesto addirittura le dimissioni. Il problema sollevato dagli associati risiede in una lettera a loro inviata in cui viene spiegato che "la Commissione comunale ha stabilito che dal 2021 (ma preferibilmente già dal 2020) nelle manifestazioni con presenza di attività commerciali temporanee non sarà ammessa la vendita di articoli di abbigliamento, pelletterie, calzature e accessori moda da parte di nessun tipo di operatore (compresi gli artigiani e creatori di opere dell’ingegno)".

"Il Pd di Cervia favorisce le opere di ingegno e tutti coloro che le fanno e arricchiscono il tessuto imprenditoriale e turistico della nostra città - spiega Mauro Conficoni, segretario comunale dei dem cervesi - Scoprire che vengono vietate proprio dall'assessore che le dovrebbe incentivare ci porta a esprimere un forte dissenso sia al contenuto della lettera inviata a centinaia di persone che ci vivono, di questo loro lavoro, sia del metodo solitario seguito dall’assessore che non ha coinvolto tutte le forze politiche e sociali in questa sua decisione. Bene ha fatto la Cna a sollevare la questione e chiediamo alla Giunta di ritirare la lettera, indicando un percorso condiviso che porti a rendere i nostri mercatini sempre più belli e, appunto, ricchi di opere di ingegno. Il Pd lascia al sindaco, a cui esprimiamo piena fiducia e appoggio, le valutazioni conseguenti, certi che anche lui sia stato sorpreso dai fatti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Come dare nuova vita al giardino con il Bonus Verde 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento