rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Autorità Portuale, il Movimento Civico CambieRà: "Nessuna risposta dal sindaco"

"Il Sindaco De Pascale, componente importante del Comitato Portuale, nonostante i 30 giorni trascorsi, non ha assolutamente dato alcuna risposta in merito alle nostre domande"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

E’ passato un mese esatto da quando noi del Movimento Civico CambieRà abbiamo depositato un’interrogazione al Sindaco Michele De Pascale affinché rispondesse ai dubbi sorti in merito alle manovre poco trasparenti del Contrammiraglio Meli in collaborazione col proprio Segretario Generale Margorani. 

Era l’1 settembre quando – sulla base di svariate segnalazioni da parte dei dipendenti di AP – abbiamo saputo che negli ultimi 15 giorni di mandato il Segretario Generale (prorogato poi per la terza volta in barba ai regolamenti), dopo 5 mesi e mezzo di silenzio assoluto, si è scatenato in elargizioni economiche sotto forma di “superminimi” e “premi di risultato” ad alcuni dipendenti senza alcun motivo apparente.   Nulla di irregolare di fatto, ma tutto troppo torbido. 

Il Sindaco De Pascale, componente importante del Comitato Portuale, nonostante i 30 giorni trascorsi, non ha assolutamente dato alcuna risposta in merito alle nostre domande, ovvero:
-    quali fossero gli effettivi lavori svolti dal Contrammiraglio Meli in questo mandato semestrale
-    se fosse al corrente di elargizioni economiche straordinarie ad alcuni dipendenti dell’AP a vario titolo, tra cui premi per fantomatici risultati
-    se ritenesse opportuno tutto questo sperpero di denaro (PUBBLICO) all’ultimo minuto, proprio in fase di scadenza di un periodo delicato come un commissariamento militare straordinario
-    se si ritenesse concorde alla proroga di un segretario generale – la terza tra l’altro – proposta l’ultimo giorno di mandato da un commissario uscente (che di fatto poi non uscì).

Tra le altre cose, circola proprio in questi giorni la notizia che vedrebbe un dipendente di AP messo alla porta per aver perso le staffe proprio a causa del clima piuttosto teso che si è creato all’interno del palazzo. Dipendente scortato fuori dalle Forze dell’Ordine e sospeso dal proprio incarico con diffida al rientro in sede. Parrebbe infatti  essere questo il motivo per cui l’ingresso dell’Autorità Portuale di recente fosse militarmente blindato e scortato, con la presenza di pattuglie di guardia. 

Si aggiunge inoltre la comunicazione ufficiale pervenuta al nostro Gruppo Consiliare da parte della stessa Autorità Portuale, la quale nega l’accesso agli atti  chiesti per poter vedere  a quale titolo fossero stati elargiti i premi e soprattutto di quanto denaro pubblico si trattasse, perché, vogliamo ribadirlo, l’Autorità Portuale non è un ente comunale, ma muove denaro pubblico dei cittadini, i quali hanno il sacrosanto diritto di conoscere la destinazione dei propri contributi. Inutile, quindi, creare aree sui siti internet chiamate “Amministrazione Trasparente” se poi di trasparente non ci sono nemmeno i vetri delle finestre.

Negazione assolutamente lecita, ne siamo consapevoli, ma grave, perché dimostra la totale indisponibilità al chiarimento delle domande poste, delineando un quadro offuscato, nebuloso e assolutamente negativo. 

Le domande sono tante, il clima è sempre più plumbeo, alcuni dipendenti (non i premiati ovviamente) sono in una condizione di stress allarmante e il tutto viene tenuto ben custodito all’interno delle mura di Palazzo nel silenzio e nell’omertà  più totale. 

Dell’elezione del nuovo Presidente ancora nessuna traccia, l’escavo dei fondali ormai è diventato una leggenda metropolitana, uno slogan propagandistico simile al “Beach Stadium” di Marina di Ravenna, l’Amministrazione è immobile, le risposte non arrivano e noi siamo ad annodare decine di fazzoletti per non dimenticare di tornare alla carica periodicamente. 

E’ necessario cambiare atteggiamento, Ravenna ne ha bisogno, i cittadini ne hanno bisogno e chi governa non lo vuole capire. 

Gruppo Consiliare Movimento Civico CambieRà

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autorità Portuale, il Movimento Civico CambieRà: "Nessuna risposta dal sindaco"

RavennaToday è in caricamento