Autorità portuale, Verlicchi (La Pigna): "No alla nomina di Bassi"

Questa l'opinione del coordinatore de "La Pigna" Veronica Verlicchi

“ L’Autorità Portuale di Ravenna è completamente inattiva. No alla nomina dell’avvocato Simone Bassi". Questa l'opinione del coordinatore de "La Pigna" Veronica Verlicchi, la quale evidenzia il "giudizio completamente negativo sull’attività del Commissario Giuseppe Meli". "Come temevamo - afferma si é limitato alla gestione dell’ordinaria amministrazione evitando accuratamente di procedere all’approvazione degli investimenti strategici per l’approfondimento dei fondali".

"Nel silenzio più assoluto si rischiano di perdere i 60 milioni di euro deliberati dal Cipe e il finanziamento di 120 milioni di Euro della Bei necessari  per l’approfondimento dei fondali e per il rilancio del nostro Porto Commerciale", aggiunge. Quanto alla benedizione di Confcommercio Ravenna sul nome di Bassi, "on vorremmo che tale appoggio fosse legato ad un gioco di sponda tra l'Associazione commercianti ed il Pd ravennate al fine di garantire il mantenimento degli assetti attuali e delle posizioni economiche all’interno del porto di Ravenna", afferma Verlicchi.

La lista civica la Pigna, aggiunge Verlicchi, "esprime la propria completa contrarietà ed opposizione verso questa candidatura, poiché l’esperienza professionale  maturata dall'avvocato Bassi è legata  esclusivamente alla sua attività di legale in ambito marittimo. Al contrario, per esercitare il ruolo di presidente dell’Autorità Portuale, occorre un tecnico professionista con esperienza nella realizzazione di infrastrutture portuali, ferroviarie e stradali, che abbia la capacità di assumere scelte strategiche complesse e gestire le relative commesse".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Esprimiamo, inoltre, fortissime preoccupazione per l’assenza di qualsiasi proposta di riforma della Sapir da parte dell’attuale amministrazione comunale - conclude Bassi -. Riforma che dovrebbe essere finalizzata alla risoluzione dei conflitti d’interessi presenti all’interno dell'Azienda a cominciare dall’annullamento del patto di sindacato e dalla sua privatizzazione. A tal proposito, La Pigna presenterà una specifica iniziativa in consiglio comunale nelle prossime settimane".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento