Politica

Bagnacavallo Insieme: "Nessun fatto concreto nelle linee programmatiche di mandato del sindaco"

Lunedì sera il Sindaco di Bagnacavallo, Eleonora Proni, ha presentato le linee programmatiche del suo mandato

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Lunedì sera il Sindaco di Bagnacavallo, Eleonora Proni, ha presentato le linee programmatiche del suo mandato. Niente di nuovo. Si tratta di una lunga serie di buone intenzioni, di inviti alla coesione e alla condivisione. Ma di fatti concreti ben pochi. Anzi molte contraddizioni. Ad iniziare dalla dichiarazione di voler promuovere l’agricoltura di qualità, quando poi si difende l’insediamento di impianti, come la centrale di Russi, che, con il loro carico di inquinanti, rischiano di far soccombere gli agricoltori non disponibili a convertirsi alla coltivazione delle pioppe da ardere o al mais da trasformare in bio gas. Su questo argomento, infatti, nessun segno di cambiamento di rotta come è invece avvenuto con il Sindaco di Conselice Paola Pula. Oppure segnalare il problema dell’eccessiva lentezza della macchina amministrativa, appesantita da procedure burocratiche che rallentano le imprese e danneggiano i cittadini, senza poi affrontare il problema vero, ossia di un’organizzazione dell’Unione che va completamente rivista. La nostra amministrazione deve riappropriarsi del controllo dei servizi ceduti all’Unione e pretendere che essi siano gestiti mettendo al centro le esigenze dei cittadini e delle imprese e non come avviene oggi. Ed ancora. Si professa l’intenzione di rendere più semplice e più sicura la viabilità nelle nostre strade, ma non si affronta fino in fondo il problema del traffico di transito dei mezzi pesanti che ingolfano le nostre strade urbane. D’accordo il sottopasso, che comunque se tutto va bene vedremo solamente nel 2019, ma non basta. Serve anche un collegamento tra la Via Naviglio e la San vitale verso Ravenna. E’ inutile e pericoloso fare ancora affidamento sulla nuova tangenziale che ha un costo insostenibile per la Provincia. E’ il momento di promuovere, finalmente, il progetto di apertura di un nuovo svincolo sull’Autostrada A14 bis in corrispondenza della via Vecchia Albergone. Soluzione molto più economica e realizzabile in tempi brevissimi. E che dire dell’intenzione di rendere sicuri i percorsi ciclabili intervenendo su incroci, e ponti, quali quello sul fiume Senio verso Lugo e sul Lamone a Rossetta, ma dimenticando quello sul Senio a Masiera? Poche idee inoltre sull’Ostello, costretto a languire inutilizzato, con costi di manutenzioni (ascensore, estintori, riscaldamento) che pesano sulle casse del comune, mentre potrebbe rappresentare un’importante risorsa in un progetto, serio, di promozione turistica e culturale. In conclusione, tante buone intenzioni, qualche buono spunto, ma non supportati da un programma concreto e coerente per il raggiungimento degli obiettivi sperati.

I consiglieri della Lista Civica Bagnacavallo Insieme: Davide Giovannini, Cristina Bagnari, Andrea Pezzi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagnacavallo Insieme: "Nessun fatto concreto nelle linee programmatiche di mandato del sindaco"

RavennaToday è in caricamento