rotate-mobile
Politica Cervia

Cervia presenta il Bilancio di previsione 2014: "Dall'Imu mancano 3 milioni"

"Cervia tuttavia ha contenuto il più possibile l’aliquota Tasi per non gravare pesantemente sui cittadini e sulle imprese", afferma il sindaco Roberto Zoffoli

L’addizionale comunale all’Irpef resta invariata allo 0,4 per cento; l’aliquota Tasi al 2,2 per mille è tra le più basse della Provincia. Il sindaco di Cervia, Roberto Zoffoli e il vicesindaco Roberto Amaducci, insieme all’intera giunta, hanno presentato il bilancio di previsione 2014. L’Imu sulle seconde case sfitte resta invariata al 10,6 per mille; per gli immobili strumentali alle attività produttive (alberghi, negozi, laboratori artigianali, stabilimenti balneari, uffici) l’Imu passa al 10 per mille.

La Tasi non verrà applicata. E' stato confermato il sostegno alle imprese attraverso il sostegno ai consorzi fidi e sostegno al turismo non applicando l’imposta di soggiorno. "Continua a regnare ancora un quadro di incertezza e purtroppo, ancora una volta, lo Stato non ha garantito né le risorse agli enti, né la copertura che i comuni avevano con i trasferimenti statali compensativi, che per il 2014 è venuta a meno - evidenziano Zoffoli e Amaducci -. Togliendo l’Imu sulla prima casa sono venuti a mancare a Cervia oltre 3 milioni di euro, che si è costretti a coprire non più con i trasferimenti sopracitati, ma con la nuova Tasi, vero e proprio strumento di imposizione fiscale che lo Stato ha messo in mano ai comuni".

"Cervia tuttavia ha contenuto il più possibile l’aliquota Tasi per non gravare pesantemente sui cittadini e sulle imprese. Inoltre Cervia, aderendo al nuovo sistema contabile armonizzato, che comporta una serie di innovazioni importanti sotto l’aspetto contabile, programmatico e gestionale, ha potuto avvantaggiarsi della riduzione dell’obiettivo previsto dal Patto di stabilità equivalente a 2.031.000 euro", continuano gli amministratori.

"La filosofia alla base della presente proposta di bilancio si può riassumere in un sostanziale mantenimento qualitativo e quantitativo dei servizi alla persona, in particolar modo alle famiglie; massimo contenimento dell’aliquota Tasi, non aumento dell’addizionale comunale all’Irpef, non introduzione dell’imposta di soggiorno; riduzione dell’indebitamento dell’ente e dei relativi oneri finanziari; conferma del sostegno alle imprese attraverso il sostegno ai consorzi fidi e lotta all’evasione", concludono.
               
ENTRATE - Le entrate correnti complessive ammontano a euro 47.761.895 comprensive della Tari la tassa sui rifiuti equivalente a euro 9.940.928. Le entrate tributarie sono previste in 34.819.174 euro.

I.M.U. - Il gettito I.M.U. del Comune è stimato complessivamente in 19.366.000 euro. Esente per abitazione principale e relative pertinenze, tranne che per immobili signorili, lusso, pregio (Cat.A1, A8, A9) che è del 3,8 per mille. L'aliquota del 10,6 per mille è stata fissata per seconde case sfitte e aree edificabili. L'aliquota per immobili strumentali alle attività produttive (Cat. D, Cat. A10, Cat. C1 e C3, ovvero negozi, laboratori artigianali, alberghi, stabilimenti balneari, uffici) è del 10,00 per mille. Per abitazioni concesse in uso gratuito per parenti in linea retta fino al 2° grado (genitori, figli, nipoti, fratelli) l'aliquota è del 5,4 per mille. Stessa aliquota per immobili concessi in affitto purché vi sia la residenza e la dimora abituale. Infine aliquota 7,6 per mille per i terreni agricoli.

TASI - Aliquota 2,2 per mille abitazione principale e relative pertinenze comprese abitazioni concesse in uso gratuito per parenti in linea retta fino al 2° grado (genitori, figli, nipoti, fratelli) e immobili concessi in affitto, purché vi sia la residenza e la dimora abituale. Non è prevista l'applicazione della Tasi per seconde case sfitte, immobili strumentali alle attività produttive (alberghi, negozi, laboratori artigianali, stabilimenti balneari, uffici ecc…) Cat. D e Cat. A10, Cat. C1 e C3.

ALTRE VOCI Nel corso del 2014 prosegue l’attività di recupero evasione delle imposte e il gettito stimato è complessivamente pari 876.000 euro. L'Addizionale Irpef resta confermata al livello dello 0,4%, e il gettito previsto risulta pari a 1.400.000 euro in linea con la previsione assestata 2013. L'imposta pubblicità e pubbliche affissioni previsione di gettito complessivo pari a 294.000 euro comprensivo di recupero evasione. La tassa occupazione spazi ed aree pubbliche presenta una previsione di gettito complessivo pari a 481.000 euro comprensivo di recupero evasione . La previsione per l’esercizio 2014 dei contributi e trasferimenti correnti ammonta a €.3.449.000. Per quanto riguarda i trasferimenti dallo Stato, la previsione totale ammonta a 1.263.741 euro e si registra una riduzione complessiva di 1.019.000 euro..

Le entrate extratributarie sono previste in  9.493.582 euro relativi a proventi dei servizi pubblici (parcometri e sanzioni codice della strada), proventi dei beni dell’ente, interessi su anticipazioni e crediti, utili netti e dividendi di società partecipate. Per quanto riguarda i servizi a domanda individuale nel campo dei servizi sociali (anziani, mensa scolastica, asilo nido), sono stati previsti piccoli aumenti tariffari per l’adeguamento Istat all’inflazione. Sulla base dell’andamento registrato nel 2013 e considerato il permanere di una difficile situazione economica congiunturale, si stima un’entrata di 1.104.000 euro, che come nell’esercizio precedente non è destinata al finanziamento della spesa corrente. Entrate alienazioni patrimoniali: 123.000 euro.

SPESE CORRENTI - Le spese correnti sono pari a  45.287.304 euro, di cui euro 9.940.928 relativi alla Tari e euro 2.016.900 relativi a Fondi Crediti di Dubbia Esigibilità. Diminuiscono anche le spese di personale di 208.000 euro, confermando il trend in diminuzione della rigidità del bilancio.
    
INVESTIMENTI - Gli interventi in conto capitale ricompresi nel piano triennale degli investimenti ammontano per il 2014 a complessivi € 5.577.055 di cui 1.821.000 per la rotatoria SS.16-SP 254- via Martiri Fantini; 1.400.000 per la riqualificazione della fascia retrostante i bagni a Milano Marittima; 1.090.052 per manutenzione strade, messa in sicurezza viabilità, verde, forestazione; 950.100 per adeguamento e ampliamento distaccamento sede Vigili del Fuoco; e 315.903 euro per acquisti e forniture di beni.

Per quanto riguarda alle fonti di finanziamento degli investimenti i mezzi propri ammontano a 1.227.000 euro e sono costituite da ricavi patrimoniali derivanti da alienazione di beni immobili disponibili e non strategici, da permessi di costruire (ex oneri di urbanizzazione) e da monetizzazioni; i contributi regionali sono pari ad 1.792.000 euro; i contributi di terzi sono pari ad 2.320.500 euro. Non è previsto il ricorso all’indebitamento per l’esercizio 2014.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cervia presenta il Bilancio di previsione 2014: "Dall'Imu mancano 3 milioni"

RavennaToday è in caricamento