rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Politica

Bilancio del Comune, il Pdl propone le modifiche ai cittadini

Si è svolto lunedì sera nella sala Buzzi di via Berlinguer un incontro pubblico del gruppo PDL sul bilancio del Comune di Ravenna. L’incontro è stato presieduto dal capogruppo Nereo Foschini

Si è svolto lunedì sera nella sala Buzzi di via Berlinguer un incontro pubblico del gruppo PDL sul bilancio del Comune di Ravenna. All’incontro, presieduto dal capogruppo Nereo Foschini con gli interventi dei consiglieri comunali PDL Francesco Baldini, Maurizio Bucci e Caterina Graziani erano presenti oltre al coordinatore provinciale Alberto Ancarani, il Vice coordinatore vicario Paolo Savelli e il consigliere regionale Gianguido Bazzoni.

Durante l’evento sono state presentate le proposte di modifica al bilancio elaborate dal gruppo attraverso un apposito emendamento che dovrà essere votato dal consiglio comunale. Il Pdl ha proposto di abbassare l’aliquota dell’abitazione principale da 0,5% a 0,4% mantenendo le stesse detrazioni. Il minor gettito stimato ammonta a -5,850 milioni di euro.

“Al fine di premiare i proprietari che hanno affittato a canone concordato si propone di abbassare l’aliquota da 0,96% a 0,76% - si legge nel documento degli esponenti del centrodestra -. Il minor gettito stimato ammonta a -1,080 milioni di euro. Si propone altresì di dimezzare l’aliquota dei fabbricati rurali ad uso strumentale portandola allo 0,1%.  Il minor gettito stimato ammonta ad -162.000 euro. Ricapitolando il minor gettito complessivo è stimato in 7.092.000 euro”.

“Si propone – si legge ancora - di aumentare l’addizionale IRPEF portando l’aliquota da 0,6 a 0,7%. L’addizionale IRPEF  avendo già una soglia di esenzione  non grava sui redditi più bassi. Impatta sul reddito (chi più guadagna più paga) e non è una patrimoniale. La consideriamo meno impattante. La previsione di maggiore entrata per la risorsa 1010009 del titolo I, categoria 1 dell’entrata è pari a 2,200 milioni di euro. La norma consente di applicare con una percentuale massima del 75% i proventi da permesso di costruire alla parte corrente. Il Comune di Ravenna ha sempre utilizzato questa possibilità nel 2011”.

Il Pdl “propone di applicare una percentuale del 50% degli oneri di urbanizzazione alla spesa corrente per 2.500.000 euro. Allo stato attuale di incertezza sulle risorse dei Comuni non è del resto peregrino pensare ad una futura nuova proroga anche per gli anni successivi di questa possibilità”. Inoltre chiede di ridurre le spese per alcune opere, come la“riqualificazione urbanistica di piazza, del“recupero edificio in via G.Rossi Eredità Minardi”, “il contributo alla società Ravenna calcio per messa in sicurezza dello Stadio Benelli in considerazione dell’incertezza sulla società sportiva e sul campionato cui parteciperà”, e  “dell’incarico per lo studio di fattibilità della nuova caserma della Polizia Municipale e riqualificazione area ATM via delle Industrie”. “Opere che vanno stornate anche nel Programma delle Opere allegato al Bilancio”, conclude il Pdl.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio del Comune, il Pdl propone le modifiche ai cittadini

RavennaToday è in caricamento