Politica

Cantieristica oil&gas e transizione energetica: un dibattito con Ravenna in Campo

La discussione servirà a presentare i diversi punti di vista dei relatori e permetterà a Ravenna in Campo di accogliere i commenti e le domande della cittadinanza

Martedì 29 giugno alle 19.30, presso il bagno Saraghina di Lido di Dante, Ravenna in Campo organizza un dibattito pubblico sul tema delle trivelle. Condotto da Roberto Fagnani e con la partecipazione di alcuni esponenti del mondo del settore petrolifero, del sindacato e dell’ambientalismo, la serata propone all’attenzione pubblica un argomento delicato ma altrettanto importante per il futuro del nostro territorio. La discussione servirà a presentare i diversi punti di vista dei relatori e permetterà a Ravenna in Campo di accogliere i commenti e le domande della cittadinanza, in un ottica di un dibattito costruttivo.

Saranno presenti Roberto Fagnani, Assessore Lavori Pubblici Comune di Ravenna, Coordinatore Ravenna In Campo e Conduttore della Serata; Emanuele Scerra, Sindacalista, Segretario Femca Cisl Romagna; Franco Nanni, Contrattista Oil & Gas, Presidente Ravenna Offshore Contractor Association; Antonio Lazzari, Esperto di ambiente, innovazione sociale e ambientale, candidato Ravenna in Campo; Stefano Bellomi, Imprenditore settore oil & Gas e candidato Ravenna in Campo.

"Questa è la prima di tre serate che Ravenna in Campo intende organizzare nell’immediato, con lo spirito di incontrare la cittadinanza su temi di interesse territoriale. Nella consapevolezza dei rischi legati a temi scivolosi come quello trattato, Ravenna In Campo crede nella concretezza dello stare con i piedi per terra e non persegue posizioni ideologiche volte a chiudere la porta di fronte alle sfide del nuovo millennio. Il dibattito servirà a Ravenna in Campo per accogliere le opinioni della cittadinanza e dare a noi tutti una visione a 360 gradi sul tema".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantieristica oil&gas e transizione energetica: un dibattito con Ravenna in Campo

RavennaToday è in caricamento