Carceri sovraffollate, Gardin (Lega): "Gli stranieri scontino le pene nei loro Paesi"

E' quanto propone Samantha Gardin, candidata della Lega alle elezioni regionali del prossimo 26 gennaio

"Carceri sovraffollati in Emilia-Romagna e Ravenna maglia nera: è sos”. E' quanto denuncia Samantha Gardin, candidata della Lega alle elezioni regionali del prossimo 26 gennaio, che cita i dati diffusi nell’ultimo incontro fra le associazioni aderenti alla Conferenza regionale volontariato e giustizia, che riunisce tutti quegli enti volontaristici attivi dentro e fuori le carceri dell’Emilia-Romagna.

“Si tratta di una realtà durissima. Tanto per citare qualche numero: stando ai dati pubblicati nel sito dell’associazione Antigone – illustra la candidata del Carroccio - Ravenna è l’istituto messo peggio con 88 persone detenute invece che 49 e quindi un tasso di sovraffollamento del 179,6 per cento, seguito da Bologna con 870 detenuti invece di 500 (174 per cento), Ferrara con 364 detenuti invece che 244 (149 per cento). Appare dunque quanto mai urgente, necessario e improcrastinabile intervenire con misure chiare e decise per porre rimedio a questa situazione insostenibile. La nostra proposta è quella di garantire maggiori espulsioni amministrative e giudiziarie, intervenendo con modifiche restrittive sulla Legge 189/2002 (Bossi Fini), ma soprattutto chiedendo la modifica della ormai vecchissima Convenzione di Strasburgo, datata 1983, affinché vi sia, indipendentemente dal consenso del condannato, il trasferimento del detenuto dalle carceri italiane a quelle del paese di origine per scontare la pena detentiva. Far scontare agli immigrati la pena da espiare nei loro Paesi, oltreché necessario per rendere più umane le condizioni di vita all'interno dei nostri penitenziari, consentirebbe anche di alleviare i cittadini italiani di una spesa importante: mantenere nelle nostre carceri detenuti immigrati, infatti, costa infatti più di 1 miliardo di euro all'anno. Secondo i dati del DAP, il dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, nel nostro Paese al 31 dicembre 2017 i carcerati stranieri erano il 34,27% della popolazione carceraria (19.745 su 57.608 detenuti): un numero stratosferico se consideriamo che in Italia la percentuale ufficiale di stranieri censiti nel 2017 era pari a circa l’8,3% della popolazione residente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cause, sintomi e rimedi per l'anoressia sessuale

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Schianto tra camion e furgone all'incrocio: operaio grave in ospedale

  • A soli 23 anni fa volare centinaia di persone nel mondo: "Ma quando decollo dal cielo cerco sempre Cervia"

  • Travolto da un'auto mentre attraversa la strada: anziano in condizioni gravissime

  • Il cuore batte all'impazzata, salvato dallo smartwatch: scoperta una tachicardia ventricolare

Torna su
RavennaToday è in caricamento