Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

'Case sparse' nel forese, Verlicchi (la Pigna): "Consentire acqua potabile e riscaldamento"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

La Giunta Verlicchi metterà la parola fine all'annosa e pluridecennale mancanza degli allacciamenti dell'acqua e del gas nelle cosiddette "case sparse" del nostro Forese. Le famiglie ravennati che abitano nelle case sparse sono di fatto abbandonate e in balia di promesse decennali mai mantenute. Noi ravennati de La Pigna e di Forese in Comune, come nostra consuetudine, abbiamo elaborato una proposta che intende risolvere una volta per tutte la questione. Proposta elaborata dall'ingegner Andrea Barbieri della Lista La Pigna e che è stata presentata ai residenti di San Pietro in Vincoli e delle Ville Unite, da Veronica Verlicchi Candidata a Sindaco di Ravenna, Paola Pantoli capolista de La Pigna, Marco Mastacchi Consigliere regionale di Rete Civica e Gabriele Zoli capolista di Forese in Comune.

Le cosiddette “case sparse" che si trovano nel Forese ravennate costituiscono una parte importante della popolazione di questa area, che contribuisce alla continuità della comunità e del presidio del territorio, con tutto ciò che ne consegue in termini di salvaguardia delle risorse agricole, urbanistiche, di presenza e sicurezza. Sotto questi punti di vista, si pone allora l’obbiettivo di garantire una qualità di vita migliore possibile anche a questi nuclei famigliari. Le case sparse vivono soprattutto il problema di non poter avere accesso, a causa dei costi proibitivi di collegamento, alle risorse essenziali per garantire livelli qualitativi di vita minimi, quali acqua potabile ed elettricità, per poter provvedere al riscaldamento invernale.

La proposta per risolvere definitivamente la questione si traduce essenzialmente nell'erogazione di contributi comunali per le famiglie interessate e che intendano utilizzare le nuove tecnologie, dotando le proprie case di acqua potabile e riscaldamento. La risorsa principale e fondamentale è l’acqua potabile per usi domestici. La Giunta Verlicchi provvederà a erogare incentivi per le famiglie che intendono dotare le case con un microsistema di potabilizzazione (che fornisce circa 200 lt/h di acqua bevibile) per poter rendere fruibili le acque artesiane. Tale microsistema sarà alimentato con Fotovoltaico ad accumulo. Per quanto riguarda invece, il riscaldamento e gli usi di cucina alimentati con la corrente elettrica fornita dal medesimo impianto fotovoltaico, verranno erogati contributi comunali per l'installazione delle pompe di calore e delle cucine ad induzione.

Veronica Verlicchi, candidata sindaco alleanza civica Per Ravenna

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Case sparse' nel forese, Verlicchi (la Pigna): "Consentire acqua potabile e riscaldamento"

RavennaToday è in caricamento