Sos rifiuti a Ravenna, la Lega presenta un'interrogazione in Regione

I consiglieri regionali Andrea Liverani e Massimiliano Pompignoli hanno quindi presentato un’interrogazione per capire meglio i risvolti della vicenda

“Ravenna come Napoli? Senza toglier nulla alle bellezze della città partenopea, è innegabile che qualche problema di raccolta rifiuti l’abbia avuto. Esattamente come Roma. Dalla fine della scorsa settimana la gestione e la raccolta dei rifiuti a Ravenna, come in altri 17 comuni del territorio, sono demandate a una società consortile del milanese, che sembra si sia appositamente costituita per rispondere a un bando lanciato da Hera per la gestione di questi servizi prima affidati a un’associazione temporanea di imprese del ravennate”. E' quanto afferma Samantha Gardin, segretario provinciale di Ravenna della Lega Nord.

"Se il buon giorno si vede dal mattino, il nuovo gestore avrebbe già destato non poche perplessità sul proprio operato. I rifiuti, infatti, in questi primi giorni di attività sono rimasti, in quasi tutta Ravenna, nei cassonetti o addirittura per terra. Sarà la poca dimestichezza con il territorio, saranno forse i pochi mezzi, sta di fatto che la scelta da parte di Hera di questa società consortile solleva dubbi, non ultimo quello di aver optato per il criterio del massimo ribasso - commenta l'esponente del Carroccio -. Un criterio che ha dimostrato tutti i suoi limiti e che dovrebbe, di fatto, essere cestinato, per favorire altri criteri di tipo qualitativo. Nel bando, in effetti, erano declinati come requisiti essenziali l’esperienza nel settore, la solidità finanziaria e la capacità tecnica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sembra di capire, tuttavia, che in fase di valutazione tutto sia passato in second’ordine a vantaggio di altri criteri che non è dato di conoscere. Insomma, un mistero nel mistero - conclude -. I nostri consiglieri regionali Andrea Liverani e Massimiliano Pompignoli hanno quindi presentato un’interrogazione per capire meglio i risvolti della vicenda e per sollecitare Atersir e la Regione a verificare e controllare che tutte le procedure e i requisiti siano stati rispettati. Di certo, come Lega Nord manterremo altissima l’attenzione per garantire legalità, trasparenza e servizi adeguati in tutto il territorio provinciale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Coronavirus, la nuova fotografia dei contagiati: undici sono in isolamento domiciliare

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento