Cervia, Lega Nord: "Tares, nostro successo"

"Siamo felici che il consiglio comunale abbia accolto all'unanimità la delibera di conferma del regime di Tia per il 2013 - un ottimo risultato e una boccata d'ossigeno per cittadini e imprese."

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

"Siamo felici che il consiglio comunale abbia accolto all'unanimità la delibera di conferma del regime di Tia per il 2013 - un ottimo risultato e una boccata d'ossigeno per cittadini e imprese. Peccato cha dai banchi della maggioranza e del neo-gruppo misto "Il Faro" ci sia confusione su chi ha fatto cosa" - sono queste le parole del Segretario cervese della Lega Nord, Simone Donati, all'indomani dell'ok del consiglio comunale al provvedimento che dice addio alla Tares.

"Nori ha la memoria corta" - incalza il segretario leghista che rivendica la paternità "dell'ordine del giorno votato all'unanimità lo scorso 22 aprile, frutto di un lavoro del nostro Movimento."

"Diamo a Cesare quel che è di Cesare" - ironizza Donati che ricorda come il Carroccio abbia fin da subito manifestato la propria contrarietà all'imposizione della Tares - "facendosi promotore di un ordine del giorno - peraltro depositato in molti altri Comuni romagnoli - finalizzato al rinvio dell'ennesimo balzello sui rifiuti al 2014 e all'immediata applicazione del regime precedente per la gestione e riscossione delle tariffe applicate ai rifiuti urbani."

"Ci fa piacere che Zoffoli e tutti i gruppi consiliari abbiamo condiviso un provvedimento che viene incontro alle esigenze delle associazioni di categoria e dei cervesi" - conclude l'esponente leghista - "ma ci farebbe ancora più piacere che ce ne fosse riconosciuto il merito."

Torna su
RavennaToday è in caricamento