Lunedì, 17 Maggio 2021
Politica

Cervia, M5S: "Sindaco al lavoro sulle proposte dell'opposizione? Meglio tardi che mai"

"Una giunta che lavora sulle idee dell’opposizione? Va bene, meglio tardi che mai. Già dalla precedente amministrazione Zoffoli, abbiamo sottolineato come non si facesse nulla per intercettare i fondi europei, ed ora dopo diversi anni vediamo qualcosa muoversi"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Una giunta che lavora sulle idee dell’opposizione? Va bene, meglio tardi che mai. Già dalla precedente amministrazione Zoffoli, abbiamo sottolineato come non si facesse nulla per intercettare i fondi europei, ed ora dopo diversi anni vediamo qualcosa muoversi. Abbiamo in campagna elettorale elencato le nostre ricette e siamo contenti che a furia di battere su quel tasto il “suono”, sia arrivato anche alle orecchie del nostro sindaco.

Bisogna al più presto giungere ad un’ulteriore miglioria questa volta urbanistica per: valorizzare V.le Matteotti di Milano Marittima, decongestionare il traffico in entrata ed uscita all’incrocio delle saline, e rendere vivibile specie nei week-end da bollino rosso il centro di Cervia.

Tutto questo si attua con una semplice mossa, si parta con un cartello a Castiglione di Cervia, all’intersezione tra la Statale Salara Cervese e la via Ragazzena, per deviare parte del traffico in direzione di Milano Marittima verso la ss.16 all’altezza di Savio-M.M.ma nord.

Un progetto semplice, di poca spesa, facile e veloce da realizzare, di bassissimo impatto, e di enorme valorizzazione.

La variante comprende per la quasi totalità percorsi extraurbani, per cui di minimo effetto sulla cittadinanza delle zone interessate. Permetterebbe all’altezza di Castiglione di scremare parte del flusso che va ad intasare le saline prima che vada a congestionare l’incrocio, e renderebbe forse addirittura inutile il progetto della rotonda. Una sperimentazione in questo senso potrebbe partire già ora.

Sarebbe comunque un’interessante prospettiva di sviluppo commerciale e culturale del forese pensiamo a bar, ristoranti, agriturismo, locali in genere ecc. stiamo parlando di lavoro!

Per Milano Marittima in questo modo il v.le Matteotti verrebbe percorso fin dal principio del versante nord, permettendo ai turisti di godere della località da subito, e permetterebbe a tutte le attività commerciali, che insistono in quelle zone di evitare quell’emorragia di turisti che tanto le affligge.

Interventi di potenziamento del viale stesso potrebbero poi essere messi in programmazione, a progetto in corso. Pensiamo a interventi micro impattanti in linea con gli equilibri di bilancio. Senza dubbio asfalti e marciapiede, auiole, manutenzione dei pini, concentrati sul Matteotti che da secoli “si fregia” dei peggiore marciapiede d’Italia: deve invece diventare il nostro Champs Elysee.

Nella stessa maniera durante il deflusso, gran parte dei nostri ospiti non passerebbero dalle saline, ma essendo già a Milano Marittima, troverebbero più agevole riprendere la ss.16 verso Savio e proseguire sulla ragazzena. A quel punto il flusso verso Forlì potrebbe deviare anche sulla ss.51 verso Castiglione di Ravenna. Il tutto porterebbe un alleggerimento del traffico a Cervia specie nei week-end, con una più semplice gestione dell’incrocio delle saline.

Insomma è proprio il caso di dire poca spesa tanta resa, un piccolo segnale stradale potrebbe portare un mare di benefici, perché non provare?

Alessandro Marconi capogruppo 5S Cervia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cervia, M5S: "Sindaco al lavoro sulle proposte dell'opposizione? Meglio tardi che mai"

RavennaToday è in caricamento