rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Politica

Cinema Astoria all'asta per 400mila euro, Verlicchi (La Pigna) accusa il Comune: "Disincentiva i potenziali acquirenti"

Mentre è in corso l'ennesima asta per il multisala di via Trieste, la lista civica accusa la Giunta De Pascale di non essersi comportata correttamente

L’ex cinema Astoria è di nuovo all'asta. Saranno aperte fino al 13 ottobre le offerte per lo storico multisala ravennate con il prezzo base che, dopo le numerose aste andate a vuoto, è sceso a 400mila euro. Ma i continui tentativi di vendita senza successo insospettiscono la consigliera comunale de La Pigna, Veronica Verlicchi, che ha depositato un’apposita interrogazione per far luce sulla vicenda.

"Di sicuro la Giunta Comunale, di cui de Pascale fa parte, è al corrente di tutta la situazione. È certo, poi, che il Sindaco sia quanto meno a conoscenza che il suddetto immobile è di proprietà privata.  Eppure questo non ha impedito all’amministrazione comunale, di cui è a capo il de Pascale, di pubblicare sul sito web ufficiale del Comune dedicato al progetto Darsena, una pagina riservata all’ex cinema Astoria, nella quale informa noi Ravennati di una gestione dello stesso immobile ad opera di soggetti diversi dal proprietario", afferma Verlicchi. 

"Nella sezione Astoria Cinema Hub del progetto Dare, infatti, vengono addirittura ed espressamente indicate la Cooperativa E e la Cooperativa Start quali soggetti preposti alla gestione dell'ex Cinema Astoria. Un fatto a dir poco sorprendente - sostiene la consigliera comunale de La Pigna - dato che l'immobile è di proprietà privata e risulta incluso a pieno titolo nel piano concordatario di Acmar. Piano destinato, peraltro, a finanziare il pagamento di almeno una parte delle spettanze dei creditori della cooperativa edile". 

"Venuti a conoscenza di questa strana situazione, abbiamo chiesto al Comune di Ravenna alcune informazioni a riguardo. E guarda caso, poche ore dopo, dal sito www.darsenaravenna.it è sparita la sezione 'Astoria Cinema Hub'. È assodato che la pagina web in questione sia stata pubblicata diversi mesi fa, durante i quali il Cinema Astoria  è stato oggetto di diverse gare d'asta andate tutte deserte. È possibile allora che l’indicazione espressa dal Comune di Ravenna per affidarne la gestione alle sue sopracitate Coop, abbia disincentivato i potenziali acquirenti? - accusa Verlicchi - Insomma, si profila l’ennesimo pasticcio a firma de Pascale/amministrazione comunale, sul quale è necessario far luce". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinema Astoria all'asta per 400mila euro, Verlicchi (La Pigna) accusa il Comune: "Disincentiva i potenziali acquirenti"

RavennaToday è in caricamento