Circolare 'politica' sul rinvio delle lezioni, la Lega: "Critiche legittime"

“Ritengo che quello del dirigente sia stato un commento legittimo, esternato da chi vive in prima linea le disfunzioni e le difficoltà della riprogrammazione scolastica e del rientro in presenza"

“Forse la consigliera Piccinini non si rende conto che la scuola, complice il caos mentale del Governo, è diventata terra di nessuno e che le prime vittime di questo pericoloso disorientamento sono proprio i nostri ragazzi". È il consigliere regionale della Lega, Massimiliano Pompignoli, a entrare nel merito della vicenda del dirigente scolastico dell’Istituto tecnico-industriale Nullo Baldini di Ravenna, che lo scorso 5 gennaio ha inviato a docenti, studenti, genitori e personale Ata della scuola una circolare contenente il proprio disappunto rispetto allo slittamento delle lezioni dal 7 all’11 gennaio 2021.

“Ritengo che quello del dirigente sia stato un commento legittimo, esternato da chi vive in prima linea le disfunzioni e le difficoltà della riprogrammazione scolastica e del rientro in presenza - prosegue Pompignoli - Vorrei ricordare alla ‘collega’ Piccinini che le indicazioni fornite dal Governo alle Regioni e, a cascata, ai dirigenti scolastici, erano quelle di un rientro in classe il 7 gennaio. Sulla base di queste linee guida gli stessi Comuni, d’intesa con le Prefetture e le Provincie, si erano mossi per riprogrammare il sistema dei trasporti pubblici e garantire un rientro in sicurezza. Poi dall’oggi al domani, senza che nessuno li avvertisse e senza fornire loro alcun tipo di giustificazione, è rimbalzata sui social e quindi per vie ufficiali la notizia di una posticipazione delle lezioni all’11 gennaio, dopo che la ripartenza preventivata per il 7 era stata concordata in sede di conferenza Stato- Regioni. E ancora oggi, in barba ai più elementari principi di rispetto reciproco e responsabilità politica, non è stato fornito a nessuno dei diretti interessati il motivo reale di questo spostamento".

"Il risultato – conclude il consigliere – è che, a causa del comportamento sempre più schizofrenico del Governo, i ragazzi, le famiglie e gli stessi insegnanti sono in balia del caos più completo, vittime, loro malgrado, di un sistema che li ha resi un campo di battaglia. Se in questo triste scenario, a testimonianza di un disagio collettivo più che giustificato, si eleva una voce consapevole e coraggiosa, ritengo che non si possa far altro che condividerne lo spirito e, soprattutto, la bontà dei contenuti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico infortunio sul lavoro: muore operaio di 26 anni

  • Cristiano dedica il suo 'brodetto che innamora' al marito e conquista i giudici di Masterchef

  • Muore a 26 anni, l'appello: "Aiutateci a trovare una casa per le sue gatte"

  • Nuovo decreto: visite agli amici solo in due, niente asporto dopo le 18 per i bar e 'area bianca'

  • Carcasse di animali e 600mila euro in contanti nello studio: sequestro da 1 milione al veterinario

  • "Babbo, da dove viene la mia famiglia?": e lui ricostruisce 7 secoli di parenti in tutto il mondo

Torna su
RavennaToday è in caricamento