rotate-mobile
Politica

Governo, da Ravenna le riflessioni del premier Conte: "Saremo valutati nel 2023"

Il premier Giuseppe Conte, a Marina di Ravenna lunedì pomeriggio per la presentazione del progetto Inertial Sea Energy Converter di Eni per la produzione di energia dal moto ondoso, commenta l'esito dell'elezioni regionali in Umbria che ha visto il successo del centrodestra

"Dobbiamo proseguire con maggior spirito di squadra, rafforzare la coesione e lavorare con la massima determinazione". Il premier Giuseppe Conte, a Marina di Ravenna lunedì pomeriggio per la presentazione del progetto Inertial Sea Energy Converter di Eni per la produzione di energia dal moto ondoso, commenta l'esito dell'elezioni regionali in Umbria che ha visto il successo del centrodestra. Il presidente del Consiglio ha fatto una riflessione sul governo "giallorosso": "Quando abbiamo iniziato questa esperienza di governo, è stato garantito il massimo impegno per realizzare un programma molto articolato e un progetto politico ben preciso per rendere l'Italia più verde, moderna, digitalizzata e meno burocratica. Siamo all'inizio di questo percorso e abbiamo già impostato una manovra economica che si preannunciava limitata soltanto alla sterilizzazione delle clausole di Iva, invece abbiamo messo tante altre cose nel rispetto del programma di lavoro".

Prosegue Conte: "Sono ancora piu entusiasta, qualcuno potrà obiettare che manco di rispetto ai cittadini umbri che domenica si sono espressi diversamente rispetto alla proposta politica della maggioranza. Non è così; anzi, il rispetto è tale che io auguro a nome di tutto il governo alla presidente Tesei di realizzare iniziative per migliorare la qualità di vita dei cittadini umbri, che vivono tante criticità ed è giusto che abbiano risposte all'altezza. Questo però non significa che non ritornerò: il Governo sarà sempre a fianco della comunità umbra, perchè per il governo non vale il colore politico del governo regionale. Tornerò presto in Umbria". Tornando al governo nazionale, "dobbiamo proseguire con maggior spirito di squadra, rafforzare la coesione e lavorare con la massima determinazione, perchè i cittadini ci chiedono questo, e quando nel 2023 ci confronteremo nella competizione nazionale saremo giudicati per quello che avremo fatto, quindi se riusciremo a proseguire con coraggio e determinazione saremo giudicati positivamente, altrimenti no, e su questo dobbiamo concentrarci".

Conclude il premier: "Le regionali in Umbria sono state un esperimento che non ha dato i risultati sperati. E' stato partorito tardi un esperimento che si presta a varie valutazioni. Lascio la libertà ai leader delle varie forze di fare valutazioni ,ma chiedo anche loro di riflettere perchè se un esperimento non è andato bene si può pensare come migliorarlo, anche in vista delle prossime competizioni regionali".

Foto di Massimo Argnani

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Governo, da Ravenna le riflessioni del premier Conte: "Saremo valutati nel 2023"

RavennaToday è in caricamento