Lugo, regolamento dehors: Forza Italia è molto critica

Il Consiglio dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna, nella seduta del 29 giugno, ha approvato alla quasi unanimità dei gruppi consiliari con la sola astensione del movimento Cinque Stelle, il nuovo regolamento dei dehors.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Il Consiglio dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna, nella seduta del 29 giugno 2016, ha approvato alla quasi unanimità dei gruppi consiliari con la sola astensione del movimento Cinque Stelle, il nuovo regolamento dei dehors.

Regolamento predisposto dagli uffici dell'Unione, relatore e referente del documento Davide Ranalli Sindaco del Comune di Lugo.

Il regolamento dei dehors disciplina la realizzazione e la collocazione, sul suolo pubblico o privato, a titolo temporaneo o permanente dello spazio esterno di un pubblico esercizio destinato esclusivamente all'attività di somministrazione e al consumo di prodotti alimentari sul posto. Inoltre con il regolamento vengono disciplinati anche gli arredi esterni.

Forza Italia, che per il regolamento assurdo dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna non è rappresentata con un proprio consigliere all'interno del Consiglio dell'Unione, esprime parere contrario al regolamento dei dehors appena approvato.

I punti di contrarietà al regolamento sono:

  1. non avere previsto indennizzi, anche parziali, quando le concessioni dei "dehors"vengono revocate o sospese dal Comune per motivate ragioni di pubblico interesse o a seguito di determinati eventi di rilievo cittadino sempre con oneri e costi a carico del titolare della concessione.

Inoltre in caso di necessità di ordine pubblico o di sicurezza e incolumità pubblica, la rimozione può essere richiesta entro le successive 24 ore;

Poiché l'investimento per un "dehors" è di tutto rispetto, il costo può arrivare a 20/30 mila euro per i più completi e riscaldati per l'inverno, e come prescrive il regolamento l'Amministrazione Comunale per ragioni di pubblico interesse può chiedere la rimozione anche immediata del manufatto, è comprensibile che non tutti saranno propensi a rischiare cifre così consistenti.

  1. di avere previsto solamente, per il quinquennio 2017-2021, incentivi per i dehors di tipo C e D mediante una riduzione del 50% del canone di occupazione degli spazi e delle aree pubbliche (COSAP); per noi questa riduzione non è incentivante, proponiamo di esentarli dalle tasse comunali per un certo periodo di tempo in modo di dare a chi investe la possibilità di avere un riscontro positivo.
  2. siamo contrari alla omogeneizzazione dei dehors (tipo di struttura, colori, materiali, ecc.) ma favorevoli alla massima flessibilità;
  3. siamo contrari alla non ammissibilità di messaggi pubblicitari, ma favorevoli ad una pubblicità mirata alla zona storica di appartenenza;

Il regolamento disciplina la realizzazione e la collocazione dei dehors nelle piazze e nelle vie dei centri urbani , ma certamente non contribuisce alla loro rivitalizzazione come invece viene sbandierato dal Sindaco referente per l'Unione Davide Ranalli.

Se effettivamente si vuole incentivare la vitalità dei centri storici occorre avere più coraggio proponendo meno vincoli a chi investe.

Occorre premiare quelle idee imprenditoriali che più di altre possono contribuire alla riqualificazione del centro storico, quelle idee che attraggono tutte le fasce della popolazione di un centro abitato, quelle idee che implementano un centro con una vita commerciale con negozi di nicchia con prodotti che non possono essere trovati in altri negozi , servizi, bar, librerie, sale da thè e ristoranti ecc….; punti d' incontro delle giornate e delle serate estive e invernali e proponendo eventi continuativi e distribuiti nel corso dell'anno.

In questa ottica si calano i "dehors" nelle piazze e lunghe le vie del centro cittadino.

Veri e propri spazi arredati all'aperto, luoghi di aggregazione di cittadini.

Per questi motivi occorre incentivare e attrarre maggiormente gli investitori di dehors dando certezze e aiuti economici.

Donatella Donati, Capogruppo Forza Italia Lugo
Primo Costa, Membro di Forza Italia Lugo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento