Conselice, primo consiglio comunale per il sindaco Paola Pula

Nel suo intervento di insediamento Paola Pula disegna un sindaco capace di mettersi in relazione con i propri cittadini, con le famiglie e le imprese

Giovedì si è tenuto il primo Consiglio Comunale a Conselice. Come in tutti i Comuni, l’insediamento prevedeva alcuni adempimenti previsti dalla legge, tra cui la convalida degli eletti, il giuramento del sindaco, la costituzione dei gruppi consiliari e la designazione dei relativi capigruppo, la comunicazione dei componenti della giunta e delle relative deleghe e le elezioni della Commissione elettorale e della Commissione per la formazione degli elenchi dei giudici popolari per le Corti d’assise.

I capigruppo designati sono per la maggioranza da Elisa Ricci Maccarini e per l’opposizione da Flavio Fuzzi (Popolo della Libertà e Lega Nord), Tiziano Bordoni (Rifondazione Comunista) e Ivano Lanconelli (Italia dei Valori). Infine, i consiglieri comunali che rappresenteranno il Comune di Conselice nel Consiglio dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna sono per la maggioranza Mirco Lacchini e Paula Pula e per la minoranza Flavio Fuzzi. Formalizzata anche la presentazione degli assessori, con Nerino Giacometti (vicesindaco), Raffaella Gasparri, Roberto Zamboni ed Elena Liverani.

Nel suo intervento di apertura della seduta, il neo Sindaco si è dichiarata pronta a governare questa comunità ispirandosi ad una: «democrazia cognitiva e deliberante, che prevede sperimentalità negli strumenti partecipativi, a partire dal segmento dell'informazione pubblica da sviluppare con ogni mezzo, comprese le assemblee dei cittadini fino all'uso del referendum consultivo su questioni dirimenti».

Sullo sfondo la questione O.d.A., dove il primo cittadino Paola Pula – ribadendo la propria contrarietà – ha annunciato un agenda di incontri con «i vertici di Hera Group e Officine dell'Ambiente, per sostenere un'azione di contrasto, dentro le condizioni del diritto e della legalità». Ma non solo. «Nella mia funzione di Sindaco – continua Pula – cercherò di trasformare le risorse in risultati con buonsenso, governando non un azienda, ma una struttura pubblica complessa in stretto rapporto con l'Unione dei Comuni della Bassa Romagna, che ha permesso una razionalizzazione dei servizi ma anche una qualificazione del processo amministrativo che va comunque verificata nel dettaglio».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel suo intervento di insediamento Pula disegna un sindaco capace di mettersi in relazione con i propri cittadini, con le famiglie e le imprese: «che offre tutta la sua disponibilità nella risoluzione dei problemi, che vive il proprio paese da semplice cittadina, ma che – con determinazione – vuole intrecciare rapporti con le organizzazioni economiche, sociali e del volontariato, per cambiare e migliorare la qualità delle relazioni sociali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza "cintura": si varcano i confini dei comuni solo per motivi strettamente necessari

  • Anziano fermato in un controllo 'anticoronavirus': "Io continuo a fare quello che mi pare"

  • Coronavirus, la crescita non si ferma: 22 nuovi casi e 3 decessi nel ravennate

  • Coronavirus, pesante aumento nel ravennate: 64 nuovi contagiati e un decesso

  • Trema la terra: avvertita una scossa di terremoto a Cervia

  • Le fiamme si liberano alte in cielo: incendio in un capanno in zona Isola degli Spinaroni

Torna su
RavennaToday è in caricamento