rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Politica

Consigli territoriali, l'opposizione: "L'unione fa la forza in nome del bene della città"

I gruppi di opposizione del consiglio comunale, composti da Lega Nord, CambieRà, Lista per Ravenna, Ravenna in Comune, Forza Italia e Gruppo Alberghini sono intervenuti con alcune riflessioni sull'insediamento dei consigli territoriali

I gruppi di opposizione del consiglio comunale, composti da Lega Nord, CambieRà, Lista per Ravenna, Ravenna in Comune, Forza Italia e Gruppo Alberghini sono intervenuti con alcune riflessioni sull'insediamento dei consigli territoriali. "Questi dieci consigli territoriali, rappresentanti le ex circoscrizioni, ad oggi sono la brutta copia di un consiglio comunale senza alcun potere né decisionale, né vincolante, i quali, per questo motivo, hanno attratto al voto solamente il 5% della popolazione, dimostrando quanto sia fortemente necessaria una revisione importante del regolamento che li riguarda, con lo scopo di renderli più autonomi e riavvicinare il cittadino alla vita politica del proprio territorio con una partecipazione attiva. Ottimo il risultato ottenuto nel mare e nella Darsena, territori strategici ove sono stati eletti presidenti delle forze di opposizione, i quali, insieme ai vice presidenti eletti negli altri consigli, avranno l’occasione di dimostrare che i consigli territoriali possono essere strumenti importanti per lo stimolo e l’amplificazione della voce libera delle comunità di base al fine di imporre l’ascolto agli alti piani spesso afflitti da sordità cronica".

"Lega Nord, CambieRà, Lista per Ravenna, Ravenna in Comune, Forza Italia e Gruppo Alberghini insieme hanno dimostrato come con proposte sensate di collaborazione e dialogo, anche di fronte ad ideologie politiche contrapposte, si possa fare un’opposizione più sana, dove i no a priori vengono messi da parte, dove i dispettucci personali e le cattiverie ad personam vengono superati con l’indifferenza per il bene della città. Auspichiamo infine che questa unione di forze, tutt’altro che caotica, come forse in apparenza,  possa dimostrare alla maggioranza e alla cittadinanza, anche in futuro, che l’onestà morale ed intellettuale paga sempre, facendo talvolta accantonare anche i più aspri scontri politici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consigli territoriali, l'opposizione: "L'unione fa la forza in nome del bene della città"

RavennaToday è in caricamento