rotate-mobile
Politica Cervia

Due consiglieri lasciano la Lega e vanno verso Fratelli d'Italia: "A Cervia opposizione di facciata"

I due ormai ex leghisti hanno confermato di voler sostenere il centro-destra alle prossime elezioni politiche del 25 settembre e di "guardare con interesse e simpatia" alla proposta politica di Giorgia Meloni, e quindi Fratelli d'Italia. Ma non mancano anche le critiche al Carroccio

Da Salvini alla Meloni: i due consiglieri comunali di Cervia Gianluca Salomoni e Monica Garoia, eletti tra le file della Lega, hanno ufficializzato oggi (mercoledì) il passaggio al gruppo misto. I due ormai ex leghisti hanno confermato di voler sostenere il centro-destra  alle prossime elezioni politiche del 25 settembre e di "guardare con interesse e simpatia" alla proposta politica di Giorgia Meloni, e quindi Fratelli d'Italia. Ma non mancano anche le critiche al Carroccio.

"Ringraziando tutti coloro che sono stati al nostro fianco sino ad oggi, in primis l’onorevole Jacopo Morrone, segretario Lega Romagna, riteniamo conclusa la nostra esperienza politica all’interno della lista Lega Salvini Premier-Cervia - spiegano Salomoni e Garoia - Continuiamo, con maggior impegno, a svolgere il nostro ruolo nell’interesse della collettività e motiviamo la nostra uscita dal gruppo consiliare Lega Cervia a causa delle incomprensioni al suo interno, che si sono acuite per la mancanza di una guida, circostanza questa aggravatasi negli ultimi mesi. In questi rimanenti due anni di legislatura cercheremo di lavorare affinché si creino le opportunità per dare alla città di Cervia la possibilità di scegliere alle prossime elezioni amministrative una nuova vera alternativa di centro-destra, che possa finalmente governare la città dopo 70 anni di egemonia di sinistra, e non una opposizione di facciata".

"Continuiamo a riconoscerci nella coalizione di centro-destra - continuano i due - che sosterremo in occasione delle elezioni politiche del prossimo 25 settembre, e guardiamo con interesse e simpatia alla proposta politica di Giorgia Meloni, tesa a costruire una grande forza riformista e conservatrice. Ribadiamo che resta ferma e primaria la nostra attenzione alla città e alla difficoltà dei cittadini, specie in un momento difficile e denso di incognite sociali ed economiche, dei quali continueremo a essere interlocutori e portavoce con estrema convinzione. Occupiamo il posto di consigliere per volontà del voto popolare che ci ha portato in consiglio comunale, ed è solo a loro che dobbiamo rendere conto del nostro operato e delle nostre scelte".

"Abbiamo appreso con grande dispiacere della decisione di Gianluca e Monica di interrompere il percorso intrapreso insieme tre anni fa per proseguire, in maniera autonoma, su di un'altra strada, verosimilmente parallela alla nostra, e formare un nuovo gruppo consigliare espressione di un partito che non era candidato perché non in grado di presentare la propria lista nell'ultima tornata elettorale - commenta il capogruppo della Lega di Cervia Enea Puntiroli insieme ai consiglieri Daniela Monti e Stefano Versari - Nostro malgrado i rapporti del consigliare Salomoni si sono nel tempo deteriorati per divergenze di opinione coi vertici della Lega; automatico il passaggio a FdI, partito erede di Alleanza Nazionale, dove era già stato eletto durante l'era Zoffoli, accogliendo così le lusinghe dei primi giorni di nomina. Rimaneva il fatto che per regolamento comunale occorrono due consiglieri per fondare un nuovo gruppo consigliare, e così il gioco è fatto.
Ferma restando l'amicizia personale che da sempre ci lega, auspichiamo che questo nuovo percorso intrapreso possa produrre gli effetti e i benefici da loro auspicati, rafforzando le fila dell'opposizione con un partito che si candida a governare l'Italia per i prossimi cinque anni, sperando che continueranno nella tradizione di una opposizione attenta, vigile e costruttiva che da sempre ci ha contraddistinti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due consiglieri lasciano la Lega e vanno verso Fratelli d'Italia: "A Cervia opposizione di facciata"

RavennaToday è in caricamento