menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consulta antifascista contro le commemorazioni di Ettore Muti: "Raduno apologetico"

La Consulta provinciale antifascista di Ravenna chiede che venga soppressa la tradizionale visita di Forza Nuova al cimitero monumentale della città per commemorare la morte del gerarca fascista Ettore Muti

"Un raduno celebrativo e apologetico del fascismo". Come ogni anno, la Consulta provinciale antifascista di Ravenna chiede che venga soppressa la tradizionale visita di Forza Nuova al cimitero monumentale della città per commemorare la morte del gerarca fascista Ettore Muti.

"Ancora una volta si richiede che la manifestazione, che è un insulto per tutti coloro che subirono e combatterono la dittatura fascista, il tradimento della Rsi e lo stragismo di essa al fianco dei nazisti contro gli Italiani, venga vietata - spiegano dalla consulta - Ribadiamo che questa manifestazione viola e urta il dettato costituzionale, la legislazione in materia e l'ordine democratico di questa città Medaglia d'Oro della Resistenza. Tra l'altro le spoglie di Muti non si trovano più nel cimitero ravennate. Da anni si sono espressi cittadini, partiti, organizzazioni sindacali, associazioni socio-culturali con petizioni, esposti giudiziari, comunicati, interrogazioni al Parlamento, proteste. Sono tracce indelebili di una netta richiesta antifascista e democratica, da noi qui reiterata civilmente, esplicitamente, fermamente".

L'anno scorso, in occasione delle celebrazioni, Forza Nuova aveva "dedicato" una via della città a Muti, mentre in alcune strade di Ravenna erano stati ritrovati dei manichini ritraenti il gerarca fascista appeso a testa in giù.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento