rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Politica

Continua lo scontro sull'opera di Lewitt, Verlicchi (La Pigna): "I responsabili siano rimossi dai propri incarichi"

La figlia dell'artista chiede la distruzione dell'opera. La consigliera de La Pigna chiede all’amministrazione comunale di "palesare le proprie intenzioni riguardo ad un pasticcio che sta assumendo dimensioni internazionali"

"Il silenzio assordante che sta caratterizzando la posizione del sindaco Michele de Pascale sulla vicenda dell’opera di Sol LeWitt Wall Drawing #570 è inaccettabile da parte di chi, oltre ad essere alla guida della nostra città, soltanto un paio di settimane fa si faceva fotografare tra le opere del riallestimento del Mar, annunciando trionfante l’esposizione di WD#570 dopo 34 anni di oblio nei magazzini del MAR". Questo è quanto afferma Veronica Verlicchi, consigliera de La Pigna, che torna a farsi sentire dopo le parole della figlia dell’artista Sol Lewitt, Sofia, che ha espresso la volontà di distruggere l'opera d'arte, esposta a Ravenna dopo oltre 30 anni.

La Pigna vuole così esortare il sindaco e l’amministrazione comunale a "palesare le proprie intenzioni riguardo ad un pasticcio che sta assumendo dimensioni internazionali con conseguenze catastrofiche sulla reputazione del nostro MAR e persino della nostra città", fa sapere Verlicchi cha ha depositato una apposita interrogazione. Con l'interrogazione, Verlicchi vuole chiedere al sindaco "di rimuovere dai propri incarichi i responsabili - e conclude - Davanti a tali incredibili ed incresciosi episodi non si può davvero più tollerare che si continui a distribuire incarichi in base all’appartenenza politica e non alle competenze".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continua lo scontro sull'opera di Lewitt, Verlicchi (La Pigna): "I responsabili siano rimossi dai propri incarichi"

RavennaToday è in caricamento