rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Politica

Controllo e sicurezza del territorio, Ancarani (FI): "Serve un assessore alla prevenzione del degrado"

Dai bivacchi al ripristino degli arredi urbani, il candidato sindaco di Forza Italia in vista delle amministrative propone "una specifica delega che, sulla base delle segnalazioni, si coordinerà con il Nucleo antidegrado della Polizia Locale"

"La giunta Ancarani avrà un assessore alla prevenzione del degrado". Lo annuncia lo stesso candidato sindaco di Forza Italia alle prossime elezioni amministrative. "Il degrado di varie zone del comune è uno dei talloni d’Achille delle giunte che si sono succedute negli ultimi anni. Ovviamente sul concetto di degrado bisogna intendersi: vi è un degrado che nasce dalla mancanza di sicurezza e un degrado che nasce dall’incuria e dal disinteresse degli organi preposti".

"Una delle principali criticità che hanno reso difficile, nel tempo, prevenire i vari tipi di degrado - precisa il candidato azzurro - è la separazione delle competenze tra vari assessorati: quello alla sicurezza, quello all'ambiente, quello ai lavori pubblici, che spesso non si parlano tra loro e finiscono per non saper rispondere all'esigenza di prevenzione, o ripristino, del degrado in questo o quell’altro territorio".

Per questo Ancarani propone "una specifica delega dedicata a un assessore che, sulla base delle segnalazioni, si coordinerà con il Nucleo Antidegrado della Polizia Locale creato ad hoc, e costituito da unità scelte e formate per la sostenibilità del ruolo, e si recherà nelle aree in cui vengono dichiarate situazioni di degrado, premendo successivamente sugli assessori competenti affinchè i fenomeni vengano riportati alla normalità".

Insomma, un'azione che va "dalla mancanza di pulizia del fogliame, al ripristino di arredi urbani non più consoni o deturpati, alle segnalazioni di bivacchi che si fanno quotidiani, alle zone della città usate come latrine, ai lidi, che non devono perdere l’attenzione dell’amministrazione nei mesi in cui la stagione turistica è più bassa, alle aree verdi delle frazioni, che dopo le inaugurazioni vengono lasciate al buon cuore dei comitati cittadini locali. Per tutto questo - conclude il candidato sindaco di Forza Italia - serve un controllo e un coordinamento che fino ad oggi è mancato e che la delega alla prevenzione del degrado potrà finalmente portare a soluzione, unendo forze politiche e tecniche per un miglioramento del benessere collettivo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controllo e sicurezza del territorio, Ancarani (FI): "Serve un assessore alla prevenzione del degrado"

RavennaToday è in caricamento