Approvata la convenzione per la gestione delle palestre delle scuole superiori in orario extrascolastico

La convenzione è stata approvata con il voto favorevole espresso dai gruppi Pd, Gruppo Misto, Idv e Pri. Si sono astenuti i gruppi: Movimento 5 Stelle, Forza Italia, Lista per Ravenna, Lega Nord e Ncd

Il Consiglio Comunale ha approvato la convenzione tra la Provincia e il Comune per la gestione, in orario extrascolastico, delle palestre degli istituti scolastici di proprietà della provincia ubicati nel territorio comunale su proposta dell'assessore allo sport Guido Guerrieri. La convenzione è stata approvata con il voto favorevole espresso dai gruppi Pd, Gruppo Misto, Idv e Pri. Si sono astenuti i gruppi: Movimento 5 Stelle, Forza Italia, Lista per Ravenna, Lega Nord e Ncd. Nessun contrario. Per l'assessore si tratta di "un accordo che ci consente di garantire e dare continuità all’attività del movimento sportivo locale e che nonostante costi al Comune circa 50mila euro annui è una strada obbligata in vista dell'esclusione delle competenze sportive dalle Province".

Si tratta di una convenzione che riguarda nove scuole secondarie di secondo grado (ex superiori) e precisamente: l’Istituto Morigia, l’Istituto Ginanni, il Liceo scientifico Oriani, il Liceo Classico Dante Alighieri, il Liceo Artistico Nervi – Severini, l’Istituto Gallegari, l’Istituto Olivetti, l’Istituto Tecnico Industriale Baldini e l’Istituto Tecnico Agrario Perdisa. La stesura dell’accordo si è resa indispensabile e irrinunciabile in quanto la normativa vigente (legge 56 del 7 aprile 2014) stabilisce che le Province perdano qualsiasi competenza in materia di sport, e affida ai Comuni la prerogativa di promuovere e sostenere la pratica sportiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Comune di Ravenna, ai fini della concessione in uso temporaneo delle palestre a società e gruppi sportivi, già assolve al compito della predisposizione del Piano di utilizzo biennale delle palestre comunali e provinciali site nel territorio del Comune definendone l’assegnazione e gli orari di fruizione. La convenzione, che avrà una durata di 5 anni a decorrere dalla data di sottoscrizione, prevede che le spese di manutenzione, relativamente agli interventi atti a garantire la fruibilità e la sicurezza delle palestre resta in carico alla Provincia (che manterrà la proprietà immobiliare), mentre verranno ripartiti i costi per la gestione e per l’effettivo utilizzo.
Infatti mentre i costi ed i consumi delle palestre in orario scolastico resteranno in carico alla Provincia, toccherà al Comune sostenere gli stessi oneri durante l’utilizzo in orario extrascolastico. L’amministrazione comunale applicherà alle strutture provinciali le stesse tariffe che vengono applicate per quelle comunali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico schianto all'incrocio: nell'impatto con un'auto muore sul colpo un centauro

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Carambola sull'Adriatica, dopo il tamponamento lo scontro frontale: grave uno scooterista

  • Il forte vento mette in ginocchio gli alberi, due auto travolte dai tronchi precipitati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento