menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Italia Viva Ravenna: “Coinvolgere anche le strutture private per sostenere lo sforzo di contrasto, controllo e prevenzione”

"E' un momento straordinario, serve il contributo di ogni articolazione del mondo sanitario"

"Affrontiamo l’emergenza del Coronavirus con regole di buon senso e rispettando le indicazioni dettate dagli organismi preposti. A Ravenna, ad oggi, non si sono verificati casi positivi del virus (chiaramente non possiamo escluderlo per il futuro), ma ugualmente si sono predisposte alcune misure di preallerta, ed è stata costituita una Unità di crisi composta da medici, forze dell’ordine con il coordinamento della Prefettura, il cittadino può rivolgersi in caso di dubbi o problematiche legate allo stato di salute telefonando ai numeri indicati suggeriti". E' quanto afferma l'esponente di Italia Viva, Roberto Fagnani.

"Importante è il ruolo dei media - prosegue Fagnani - nell’evitare sensazionalismi, di collaborare al fine della corretta e oggettiva informazione, contrastando il dilagare di notizie false e infondate, di facili allarmismi. A tutti i livelli, regionale e nazionale, per sostenere lo sforzo encomiabile di tutti i professionisti della sanità pubblica che stanno affrontando con generosità e impegno questa sfida, pensiamo sia utile valutare l'opportunità di coinvolgere direttamente anche le strutture private accreditate per lo svolgimento dei controlli e per sostenere lo sforzo del sistema. E' un momento straordinario, serve il contributo di ogni articolazione del mondo sanitario".

"Il contrasto al virus richiede in questa fase - rimarca Fagnani - impone un rapido patto fra pubblico e privato sotto l’egida del pubblico per affrontare insieme tutte le iniziative di prevenzione e controllo decise, come i tamponi faringei e quanto altro sarà stabilito nelle prossime ore, questo patto non solo in Emilia-Romagna ma anche su tutto il territorio nazionale. Basta a polemiche tra forze politiche e livelli istituzionali. Si lascino da parte i distinguo e si lavori per affrontare insieme non solo la fase di contrasto del virus, ma anche quella successiva di sostegno all'economia, alle imprese, ai lavoratori”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento