menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cotignola, convocato il Consiglio comunale per l'approvazione del Bilancio di previsione

Nel prossimo triennio sono previsti a Cotignola oltre 9,5 milioni di euro di investimenti, di cui circa 4 milioni in arrivo nel 2021

È convocato in videoconferenza per giovedì 28 gennaio alle 17 il Consiglio comunale di Cotignola. Tra i punti all’ordine del giorno figurano l’approvazione del Documento unico di programmazione (Dup) e del Bilancio di previsione 2021-2023.

Nel prossimo triennio sono previsti a Cotignola oltre 9,5 milioni di euro di investimenti, di cui circa 4 milioni in arrivo nel 2021. I principali investimenti dell'anno in corso riguarderanno la rotatoria tra la strada provinciale Madonna di Genova e la strada provinciale Felisio (250mila euro), il completamento della pista ciclabile di via Zanzi e via Canossa (350mila euro), la manutenzione straordinaria di viale Vassura (300mila euro), l’ampliamento e la riqualificazione degli spazi museali di Casa Varoli e Palazzo Sforza (354mila euro), il miglioramento sismico strutturale e la ristrutturazione della parte interrata del cimitero di Barbiano (300mila euro) e infine il rifacimento della scuola primaria "Giosuè Carducci" di Barbiano (1 milione di euro).

"Il rilancio economico, sociale e culturale delle nostre comunità non può che ripartire da un rinnovato impegno pubblico, che è la base per favorire l'iniziativa privata nei vari settori - ha dichiarato il sindaco Luca Piovaccari -; per questo abbiamo messo in campo ogni sforzo possibile per sviluppare un piano ambizioso di investimenti orientati a qualificare il patrimonio, prima di tutto quello scolastico, riprogettare gli spazi della cultura e della socialità, migliorare la mobilità e la sicurezza stradale".

Per il bilancio, non sono previsti ritocchi alla tassazione locale, in particolare anche l’aliquota Irpef (0,6%) rimarrà invariata. Le tariffe dei servizi a domanda individuale sono tutte confermate anche per l’annualità 2021, comprese le scontistiche per i redditi più bassi e per le famiglie che hanno più figli iscritti alle scuole. "Si tratta di un grande sforzo per l'ente, siccome a causa del Covid i costi di esercizio di tutti i servizi sono inevitabilmente aumentati - ha rimarcato il primo cittadino -. Abbiamo tuttavia evitato di intervenire sulle tariffe, accollandoci come Comune l'incremento dei costi, consapevoli delle difficoltà del momento e dell’importanza di continuare a garantire a tutte le famiglie questi servizi essenziali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento