Danni della cimice asiatica. La Lega: "Regione chieda 400 milioni alla Ue"

Dopo la dichiarazione dell stato di calamità, il gruppo regionale della Lega chiede alla Giunta dell'Emilia Romagna di pretendere gli aiuti promessi

“Nei giorni scorsi è stato dichiarato lo stato di calamità in Lombardia, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna, a seguito dell'infestazione di cimice asiatica (Halyomorpha halys) che ha colpito i territori causando seri danni alle produzioni agricole nel corso del 2019. Poiché la Commissione Europea, già dall’ottobre 2019, aveva manifestato la disponibilità a prendere in considerazione i problemi dei frutticoltori italiani, come mai la Regione Emilia-Romagna non si è ancora attivata per chiedere all'Ue quei 400 milioni di euro promessi (Art. 25 del Reg. UE 1306/2013 ndr) e dei quali, oggi più che mai, hanno bisogno i nostri produttori agricoli?”. Questo è quanto chiede il gruppo regionale Lega E-R, in un'interrogazione alla Giunta nella quale i consiglieri sottolineano che “i danni stimati dagli agricoltori a causa della cimice asiatica ammontano ad oltre 750 milioni di euro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In particolare – incalzano dal Carroccio - i danni alle aziende agricole dell’Emilia Romagna sono stimati dal 50 all’80% della produzione e una perdita per il 2020 di 3000 ettari di frutteto e di 270mila giornate lavorative. Oltre ad essere economicamente insufficienti, gli aiuti annunciati tramite il Fondo di solidarietà nazionale risultano essere anche macchinosi e discriminanti, in quanto degli 80 milioni di euro promessi solo 40 verranno utilizzati il primo anno, di cui 10-15 milioni saranno destinati alla ricerca e il resto per il ristoro danni alle aziende frutticole del nord Italia. Pertanto riteniamo sia venuto il momento di richiamare non solo alle proprie responsabilità, ma anche alle proprie promesse le Istituzioni europee” concludono Matteo Rancan, Lucia Borgonzoni, Fabio Rainieri, Gabriele Delmonte, Stefano Bargi, Daniele Marchetti, Andrea Liverani, Massimiliano Pompignoli, Fabio Bergamini, Maura Catellani, Michele Facci, Matteo Montevecchi, Emiliano Occhi, Valentina Stragliati e Simone Pelloni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A pochi giorni di distanza il Coronavirus porta via marito e moglie

  • Schianto fatale all'incrocio con un camion: perde la vita un 78enne

  • Coronavirus, 38 nuovi casi nel ravennate: gli infetti salgono a 489

  • Schianto all'incrocio con un camion: anziano in ospedale in condizioni gravissime

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

  • Terrore in strada: spoglia una donna e la palpeggia, minore denunciato per violenza sessuale

Torna su
RavennaToday è in caricamento