Politica

Danni da gelate tardive, si attendono i fondi nel "Decreto Ristori 2"

Così il consigliere della Lega ER Andrea Liverani ha commentato il sì unanime della Commissione politiche economiche alla risoluzione presentata dal Pd

"Bene l’impegno dell’Assemblea legislativa nei confronti dei coltivatori e delle aziende agricole colpite dalle gelate dello scorso aprile”. Così il consigliere della Lega ER Andrea Liverani ha commentato il sì unanime della Commissione politiche economiche alla risoluzione presentata dal Pd, che ha accolto un emendamento dello stesso Liverani per chiedere fondi in deroga al ministero dell’Agricoltura per poter sostenere con indennizzi adeguati gli agricoltori colpiti nel territorio emiliano-romagnolo.

La risoluzione, fra le altre cose, sollecita la Regione a richiedere il riconoscimento dell’eccezionalità dell’evento calamitoso per ottenere aiuti straordinari, a chiedere fondi nazionali per poter indennizzare gli agricoltori e ad attivarsi per la convocazione del tavolo nazionale dell’ortofrutta, così da lavorare sul miglioramento delle condizioni assicurative e incentivare le aziende ad assicurarsi. Il consigliere del Carroccio aveva acceso i fari per primo sul dramma degli agricoltori romagnoli, attraverso un’interrogazione rivolta all’assessore Alessio Mammi che, lunedì mattina, ha rassicurato i consiglieri circa l’impegno della Regione: "Abbiamo fatto la ricognizione dei danni delle gelate del 2020 e stiamo completando quelli delle gelate del 2021: ci sono settori in cui i danni sono stati del 50%, in altri addirittura dell'80%. Ho chiesto al ministero dell'Agricoltura di ripartire i fondi statali previsti per i danni all'agricoltura e per le gelate: stiamo parlato di circa 90 milioni (20 per sole gelate, 70 per tutti i danni in agricoltura) che verranno suddivisi entro giugno. Per il 2021 il governo si è impegnato a stanziare le risorse nel 'Decreto ristori 2'".

Mammi ha poi allargato il discorso al tema della prevenzione: "Oggi sappiamo prevedere quando e dove ci sono le gelate: dobbiamo installare gli impianti antibrina. La Regione -spiega l’assessore- ha fatto un bando da 4 milioni di euro per questo obiettivo, ma è stato fatto solo da 62 imprese e oltre un milione di euro è rimasto inutilizzato” “Le nostre colture hanno subito problemi per il terzo anno consecutivo: servono interventi concreti e vogliamo chiarezza sui finanziamenti per il 2020 e le possibilità di risarcimento per il 2021. Purtroppo rileviamo che a molti agricoltori, che pure erano assicurati, non è stato liquidato nulla dalle compagnie assicurative”, ha commentato Liverani, che, alla luce delle parole del rappresentante della Giunta, si è detto parzialmente soddisfatto e ha chiesto alla Regione di predisporre campagne informative per promuovere gli impianti antibrina.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danni da gelate tardive, si attendono i fondi nel "Decreto Ristori 2"

RavennaToday è in caricamento