rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

"Dante 2021 per Ravenna un'opportunità da non perdere"

"Ora tocca a Ravenna muoversi in tale direzione, consci che nel mondo abbiamo oltre 400 associazioni "D.Alighieri"", afferma Perini.

"Il 2021 rappresenta per Ravenna  un’occasione davvero più unica che rara per riuscire a far emergere il legame strettissimo ed indissolubile tra la nostra città e Dante". E' quanto afferma il consigliere comunale Daniele Perini. "Ora tocca a Ravenna muoversi in tale direzione, consci che nel mondo abbiamo oltre 400 associazioni ‘D.Alighieri’, con migliaia di aderenti e sostenitori. Risulta, in particolare, prioritaria sin d’ora la creazione di un Comitato, presieduto dal Sindaco e costituito da eccellenze locali, nonché da intellettuali e pensatori di fama internazionale", evidenzia.

"Va ribadito con forza che la città, come già per Ravenna Capitale europea della Cultura, non ha alcun bisogno di commissioni valutatrici o progetti particolari, per ergersi a città capofila per il settecentesimo anniversario della scomparsa del poeta. Le iniziative e i progetti mirati, di qualità, certo non dovranno mancare e, allo scopo, occorrerà sollecitare finanziamenti volti, ad esempio, al trasferimento della sede della caserma dei Vigili urbani e alla ristrutturazione della Chiesa di S.Stefano degli Ulivi,  sotto i cui pavimenti, forse, si potrebbero rinvenire le ossa di suor Beatrice, monaca dell’antico monastero - continua -. Sempre in occasione dell’anniversario,  risulta opportuno pure sviluppare progetti sulla Ravenna dell’era dantesca, ispirandosi ai rapporti tra il poeta e Guido Novello, tra Dante e il Beato Vescovo Rinaldo da Concorrezzo, arcivescovo di Ravenna tra il 1303 e il 1321, ricordato proprio come "l’arcivescovo del tempo di Dante"".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dante 2021 per Ravenna un'opportunità da non perdere"

RavennaToday è in caricamento