rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Politica Russi

Provincia, un'ampia coalizione per il De Pascale bis: "Si lavora insieme. La pianificazione sarà strategica"

Per il sindaco di Ravenna sarà il secondo mandato da presidente della Provincia. Tra i punti fondamentali la rete stradale e le scuole: "I nostri edifici scolastici hanno delle certificazioni energetiche da mettersi le mani nei capelli"

"La vivo con serenità" scherza Michele De Pascale a pochi giorni dal voto per il rinnovo della Provincia. Già, perché a differenza delle ultime elezioni comunali dove aveva 10 avversari, in queste elezioni di secondo livello (dove votano solo sindaci e consiglieri comunali del territorio) che si terranno il 18 dicembre la sua lista sarà l'unica presente. Nel frattempo lunedì sera, al Teatro comunale di Russi, si è tenuto un incontro pubblico per presentare alla cittadinanza la ricandidatura a presidente di De Pascale e i candidati e le candidate della lista collegata “Insieme per la Provincia di Ravenna” per il consiglio provinciale. Una lista civica 'larga' che riunisce liste e partiti anche al di fuori dei tradizionali confini del centrosinistra.

A fare gli onori di casa nella serata di presentazione è stata la sindaca di Russi Valentina Palli, anche lei fra i candidati della lista, che ha voluto ricordare il clima di collaborazione sviluppatosi all'interno dell'ente provinciale durante i primissimi mesi della pandemia: "Uno dei ricordi più indelebili è stata una convocazione in Prefettura con tutti i sindaci della provincia - racconta la sindaca - La sensazione che ho avuto allora e in questi 2 anni è stata quella di un ambiente compatto fra tutti gli amministratori. Ed è un merito di De Pascale aver permesso questa sinergia".

De Pascale presenta la lista "Insieme per la Provincia di Ravenna"

Quello della collaborazione e dell'unità di intenti è un tema rievocato di frequente tra i vari interventi della serata. "Ravenna è una provincia con 18 comuni, suddivisi in 2 Unioni e un coordinamento territoriale. Un'organizzazione invidiabile a livello nazionale - sottolinea un altro candidato della lista, il sindaco di Fusignano Nicola Pasi - La provincia deve essere forte e con De Pascale sarà forte. E il suo ruolo di presidente dell'Upi (Unione delle Province d'Italia, ndr) sarà un valore aggiunto per noi". Il sindaco Pasi rivolge una riflessione anche alle risorse che dovrebbero giungere dal Pnrr: "Dobbiamo saper cogliere questo momento con investimenti importanti, come sul Porto di Ravenna, e quindi favorire le infrastrutture strategiche del territorio per collegare il porto alle imprese che vi ruotano attorno". Pasi però evidenzia anche la necessità di proseguire il lavoro sulla messa in sicurezza dei ponti, sulla mobilità sostenibile e sulla pianificazione.

Che la lista di De Pascale sia una formazione allargata lo ravvisa anche il sindaco di Bagnara di Romagna Riccardo Francone: "La mia presenza qui potrebbe sembrare anomala, vengo da una lista civica che sfugge da ogni definizione di destra e sinistra. Ma come 5 anni fa abbiamo ragionato su una lista civica allargata a forze moderate - commenta Francone, che poi continua - L'esperienza di collaborazione durante la crisi Covid ha dimostrato come la dimensione provinciale sia ideale per la realizzazione di molti progetti. E ora tante nuove sfide ci attendono".

"Per chi ci chiede 'perché abbiamo scelto di essere in provincia' rispondo che anche dopo la legge Delrio del 2014, le Province sono rimaste le detentrici di deleghe importanti per i cittadini - dichiara il consigliere comunale di Ravenna del Movimento 5 Stelle Giancarlo Schiano - le quali influiscono sulle tematiche vitali di ognuno di noi, partendo dalla scuola passando alla viabilità, i trasporti, l’edilizia sportiva, la pianificazione e la tutela ambientale; tutte tematiche nelle quali confluiranno anche i fondi che il nostro presidente Giuseppe Conte è riuscito a garantire con il PNRR (Piano Nazionale Ripresa e Resilienza). Bisogna essere consapevoli di queste tematiche centrali per poter dire che la nostra presenza, anche a livello provinciale, sarà un ruolo cardine per proseguire il percorso politico comune intrapreso con le forze progressiste". 

Chiude la serata il candidato alla presidenza provinciale Michele De Pascale che indica i grandi interventi che riguarderanno la Provincia di Ravenna nel prossimo mandato: strade e scuole. "Le province di tutta Italia gestiscono un'importante fetta di rete stradale nazionale - afferma De Pascale - Basti pensare che da Ravenna a Faenza si percorrono praticamente solo strade provinciali, se si esclude un tratto di autostrada. Alcuni comuni della nostra provincia sono collegati solo tramite strade provinciali". Tra le grandi infrastrutture compiute nello scorso mandato, il presidente uscente ricorda la provinciale Gardizza, "un'opera strategica a livello regionale", mentre per il futuro si dovrà puntare sulla riqualificazione della Casolana e della Selice.

Altro importante ruolo dell'ente provinciale è poi la gestione delle scuole superiori. "Tutte le scuole superiori del nostro territorio sono gestite, manutenute e riscaldate dalla provincia - prosegue De Pascale - Sono appena usciti i bandi per l'edilizia scolastica. I nostri edifici hanno delle certificazioni energetiche da mettersi le mani nei capelli. Si deve intervenire sull’efficientamento energetico". E aggiunge che l'innovazione scolastica sarà importante anche sull'offerta formativa.

"Uno dei punti forti di questi 5 anni è stato il rapporto costante e continuo con tutti i 18 sindaci del territorio, con la provincia che ha agito facendo propria la linea dei sindaci di riferimento. In provincia di Ravenna si lavora insieme - ravvisa il primo cittadino ravennate - Qual è il senso di questo livello di governo? Il livello delle province è quello dove gran parte delle persone quotidianamente vive, lavora e studia. E la nostra è una provincia articolata, con diverse città importanti. Ci sono delle scelte che se un Comune compisse da solo non produrrebbero nessun risultato per i propri cittadini".

Questi i nominativi e le liste comunali di appartenenza dei candidati della lista “Insieme per la Provincia di Ravenna” a supporto di Michele de Pascale Presidente: Fiorenza Campidelli, consigliera comunale di Ravenna del Partito Democratico, Riccardo Francone, sindaco di Bagnara di Romagna (Vivi Bagnara), Giovanni Grandu, presidente del consiglio comunale di Cervia (Insieme per Cervia), Silvia Mancini, consigliera comunale di Solarolo (Cittadini per Solarolo), Francesca Impellizzeri, consigliera comunale di Ravenna per Ravenna Coraggiosa, Maria Luisa Martinez, consigliera comunale di Faenza per il Partito Democratico, Maria Gloria Natali, consigliera comunale di Ravenna per il Partito Democratico, Valentina Palli, sindaca di Russi (Insieme per Russi), Nicola Pasi, sindaco di Fusignano (Insieme per Fusignano), Gianmarco Rossato, consigliere comunale di Lugo del Partito Democratico, Giancarlo Schiano, consigliere comunale di Ravenna del Movimento 5 Stelle, Andrea Vasi, consigliere comunale di Ravenna del Partito Repubblicano Italiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia, un'ampia coalizione per il De Pascale bis: "Si lavora insieme. La pianificazione sarà strategica"

RavennaToday è in caricamento