Lista per Ravenna attacca: "Disagi ai turisti per il ponte di Pasqua"

Il consigliere comunale di Lista per Ravenna, Nicola Grandi, e Antonio Amoroso, consigliere territoriale "Centro Urbano", hanno presentato un'interrogazione al sindaco Fabrizio Matteucci

"Disagi ai turisti per il ponte di Pasqua". Il consigliere comunale di Lista per Ravenna, Nicola Grandi, e Antonio Amoroso, consigliere territoriale "Centro Urbano", hanno presentato un'interrogazione al sindaco Fabrizio Matteucci in merito al malfunzionamento dei siti istituzionali turistici e all'orario di chiusura della Tomba di Dante, i cui cancelli sabato si sono chiusi a metà pomeriggio "lasciando centinaia di turisti increduli e delusi".

Affermano gli esponenti della lista civica: "Chi ha deciso di fermarsi per i giorni di Pasqua e Pasquetta per godere delle nostre meraviglie e della nostra ospitalità viene riservata una bella "sorpresa multimediale": i siti istituzionali, quello ufficiale del turismo ravennate "turismo.ra.it" ed il "capolavoro" dedicato al centro storico "inravenna.it" risultano inaccessibili lasciando a bocca asciutta chi cercava di organizzare la sua giornata nella nostra città o chi semplicemente voleva consultare informazioni in tempo reale".

"Ma non finisce qui - proseguono Grandi e Amoroso-. Da almeno due mesi digitando su Google la frase "Basilica di Sant'Apollinare in Classe" si ottengono immediatamente sulla schermata tutti i dati, inclusi gli orari di apertura, che riportano incredibilmente l'indicazione che il sabato la basilica sarebbe chiusa mentre invece risulta ovviamente regolarmente aperta, la situazione è resa ancor più grave dal fatto che in questi giorni con i siti istituzionali "spenti" questa rimane l'unica fonte di informazione per i turisti tratti perciò facilmente in inganno".

"A chi va addossata  la responsabilità di non aver fatto la semplice equazione che, cadendo la festività nel mese di marzo, occorreva valutare un orario prolungato per il ponte pasquale? - si chiedono -. A chi va addossata la responsabilità del fatto che tutti i link ai siti inravenna.it e turismo.ra.it (anche per la parte in inglese) erano bloccati?  Della mancanza del servizio è forse responsabile Lepida che lo gestisce o magari Aruba a cui Lepida di appoggia e nel caso come si intendono far valere le ragioni del danno che è stato procurato all’amministrazione?"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Rispetto al fatto che su Google viene riportata l’informazione che la basilica di Sant'Apollinare in Classe sarebbe chiusa il sabato, pur nella consapevolezza che il comune di Ravenna non possa intervenire direttamente su tale condizione, corrisponde al vero che di tale errore l'amministrazione è stata più volte informata verbalmente attraverso lo Iat e comunque quali provvedimenti possono o si intendono intraprendere per risolvere la vicenda nel minor tempo possibile?", concludono gli esponenti della lista civica nell'interrogazione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, due positivi a scuola: quarantena per alunni e docenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento