menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dl Rilancio e nuove norme sull'autoproduzione, Barattoni (Pd): "Risultati importanti per il nostro settore portuale"

Il Senato ha approvato in via definitiva la conversione in legge del "Dl Rilancio", che contiene alcune norme di grande rilievo a favore dei lavoratori e delle imprese dei trasporti

Il Senato ha approvato in via definitiva la conversione in legge del "Dl Rilancio", che contiene alcune norme di grande rilievo a favore dei lavoratori e delle imprese dei trasporti. Riguardo alle operazioni portuali la norma, introdotta da un emendamento del Pd approvato alla Camera, mette limiti netti e chiari alla cosiddetta ”autoproduzione”, cioè alla pratica per cui una nave, ancorata in porto, svolge con proprio personale le operazioni portuali, quali ad esempio il rizzaggio e il derizzaggio delle merci siano essi Tir, trailers o contenitori.

"Questa pratica, diffusasi ultimamente nei porti italiani, é lesiva degli interessi delle imprese presenti nei porti e autorizzate dalle Autorità portuali a svolgere queste operazioni. Al tempo stesso la pratica é profondamente svantaggiosa per gli interessi dei lavoratori portuali, che vedono il lavoro svolto da lavoratori marittimi, imbarcati a bordo delle navi che lo svolgono oltre al lavoro contrattuale e che non hanno un’adeguata preparazione, con gravissimi rischi per la sicurezza loro, degli equipaggi, del carico e della nave - spiega Alessandro Barattoni, segretario provinciale del Pd - Grazie alla nuova norma, l’autoproduzione sarà autorizzata solo in caso di impossibilità di svolgere queste operazioni da parte delle imprese portuali e comunque la nave dovrà essere dotata di mezzi meccanici adeguati, personale idoneo, aggiuntivo rispetto all’organico della nave. Inoltre dovrà essere pagato il corrispettivo per l’utilizzo del porto e prestata idonea cauzione. Con l’art. 199 è stato introdotto a favore delle compagnie portuali fornitrici di manodopera temporanea un contributo pari a 90 euro per ogni giornata di lavoro prestata in meno rispetto ai corrispondenti mesi del 2019 a causa della pandemia. Inoltre il Dl contiene nuove norme sul trattamento economico minimo per il personale del trasporto aereo e sul trasporto pubblico".

“Grazie al lavoro dei deputati e dei senatori del Partito Democratico - aggiunge Barattoni - in particolar modo dell’onorevole Pagani e del capogruppo Pd in commissione trasporti, Davide Gariglio, abbiamo ottenuto risultati molto rilevanti. Dal 2018, a fianco delle proteste dei lavoratori e insieme al circolo del Pd del porto, abbiamo sostenuto la necessità di contrastare scenari che arrestavano lo sviluppo economico e occupazionale del nostro e degli altri porti. Quella dell’autoproduzione è una norma attesa da vent’anni, tanto che le organizzazioni sindacali hanno indetto uno sciopero dei lavoratori portuali e marittimi per sostenere l’approvazione della norma sull’autoproduzione; questa norma inoltre era stata richiesta con forza dalle Organizzazioni sindacali europee e internazionali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Come dare nuova vita al giardino con il Bonus Verde 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento