Venerdì, 25 Giugno 2021
Politica

Edilizia, Govoni (Azione): "Servono risorse adeguate e procedure più snelle"

Così in una nota Filippo Govoni, referente ravennate di Azione il partito di Carlo Calenda.

“Le detrazioni fiscali al 110% inserite nell’articolo 119 del Decreto Rilancio, insieme alla possibilità di cessione del credito alle banche e agli intermediari finanziari, mettono le basi per un vero e proprio rinnovamento del patrimonio edilizio del nostro Paese. Punto debole della manovra rimane la scadenza del provvedimento al 31 dicembre 2021, che auspichiamo venga prorogato almeno fino al 2024 per consentire un’adeguata efficacia”. Così in una nota Filippo Govoni, referente ravennate di Azione il partito di Carlo Calenda. 

“Ipotizzando comunque un forte incremento di pratiche edilizie nei prossimi mesi, ‘Azione di Ravenna’ rinnova all’Amministrazione Comunale l’impegno di adeguare le risorse, ma soprattutto, accelerare il percorso di sburocratizzazione anche in questo settore, digitalizzando gli archivi e consentendo di soddisfare le richieste di “accesso agli atti” da remoto, come avviene in altri Comuni della nostra Regione. Questo consentirebbe ai professionisti di ottimizzare i tempi, operare in sicurezza e migliorare il servizio ai cittadini.  Non possiamo permetterci come Comune - conclude Govoni - di diventare ostacolo per un’occasione unica di rilancio economico del settore e di adeguamento sismico ed energetico del patrimonio edilizio, che tanto servirebbe alla nostra città e alle nostre frazioni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia, Govoni (Azione): "Servono risorse adeguate e procedure più snelle"

RavennaToday è in caricamento