menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Eleonora Proni eletta nuovo presidente dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Ad assumere la vicepresidenza sarà Daniele Bassi, sindaco di Massa Lombarda, mentre le deleghe di riferimento per completare l’assetto istituzionale verranno assegnate nei prossimi giorni

Sarà Eleonora Proni, sindaco di Bagnacavallo, a guidare l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna. L’elezione è stata formalizzata nel corso del Consiglio dell’Unione di mercoledì sera, il primo utile a seguito delle dimissioni di Davide Ranalli avvenute lo scorso 27 novembre.

Il nuovo assetto di governo è stato definito nel più breve tempo possibile, come preannunciato nelle scorse settimane, per garantire continuità ai servizi e alle progettualità in corso e dimostrare che il valore collegiale dell’Unione dei Comuni sta anche nella capacità di affrontare e superare visioni a volte divergenti, ma sempre orientate al bene comune. Ad assumere la vicepresidenza sarà Daniele Bassi, sindaco di Massa Lombarda, mentre le deleghe di riferimento per completare l’assetto istituzionale verranno assegnate nei prossimi giorni, garantendo così i corretti tempi di programmazione delle attività dei servizi per il 2020.

Nel corso del Consiglio dell’Unione sono stati inoltre approvati sia il Documento Unico di Programmazione (Dup) che il Bilancio di previsione dell’Unione per il triennio 2020 – 2022: entrambi danno il via alle politiche per il prossimo triennio e individuano le scelte programmatiche per l’attuazione dei progetti contenuti nel Patto strategico per lo sviluppo economico e sociale della Bassa Romagna siglato nel 2018 con le rappresentanze del territorio, come auspicato anche dal Tavolo dell’imprenditoria della Bassa Romagna. In particolare i temi principali su cui si svilupperà il lavoro dell’Unione nei prossimi anni sono l’adeguamento degli strumenti urbanistici alle nuove disposizioni regionali, la semplificazione di procedimenti burocratico-amministrativi fra cui il regolamento di igiene, la sicurezza, la riqualificazione commerciale dei centri storici, il riutilizzo di aree artigianali dismesse a seguito di mappatura puntuale del territorio, la promozione di dialogo fra le aziende agroindustriali e produttori agricoli locali, il welfare, la formazione professionale, la promozione turistica.

"Nell’augurare buon lavoro ai nuovi eletti e alla Giunta, esprimiamo apprezzamento per questa decisione che mette la qualità del governo e i servizi offerti al territorio al centro delle priorità politiche, andando oltre le relazioni personali e i diversi punti di vista, che pure vanno rispettati, per convergere sui temi che impegnano l’Unione nell’azione unitaria volta al progresso e al benessere delle diverse comunità - commenta il coordinamento dei segretari Pd Bassa Romagna - Con gli atti di governo approvati, il Dup (Documento Unico di Programmazione) e il Bilancio di previsione triennale 2020-2022, l’Unione ha davanti un percorso che garantisce il progetto e l’agenda degli interventi e questa prospettiva deve essere gestita con una rapida decisione sulle deleghe a ciascun sindaco all’interno della Giunta, nel contesto di una collegialità ed unità responsabili e perciò positive. Il Pd della Bassa Romagna sollecita l’Unione a definire l’agenda per l’attuazione del Patto per lo sviluppo economico e sociale, di grande importanza per il largo coinvolgimento dei soggetti sociali e imprenditoriali che possono concorrere alla scelta delle politiche pubbliche e delle riforme, in un’ottica di sussidiarietà e concertazione, quali tratti distintivi di questo territorio. L’agenda politica, come indicata dalla nuova Presidente, dovrà occuparsi fra l’altro di qualità della programmazione urbanistica, semplificazione amministrativa, promozione commerciale dei centri, sicurezza, recupero aree industriali, rilancio del settore agroindustriale ed agricolo locale, welfare diffuso nei diritti sociali e sanitari, turismo, formazione e lavoro, sia come priorità economica e per i giovani. Il Pd della Bassa Romagna conferma il proprio impegno a sostegno del ruolo dell’Unione, che rappresenta il sistema di governo ottimale per il territorio e per il livello di integrazione e solidarietà consolidati in questi anni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento