rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Politica Lugo

Elezioni a Lugo, intervista alla candidata del centrosinistra Elena Zannoni: "L'Unione dei Comuni dev'essere rilanciata"

Dopo 20 anni trascorsi lontani dall'attivismo politico, ha deciso di tornare "in campo". Elena Zannoni, 49enne amministratrice delegata di una società di servizi, è la candidata sindaca di Lugo scelta dal Partito Democratico

Dopo 20 anni trascorsi lontani dall'attivismo politico per dedicarsi al lavoro e alla famiglia, ha deciso di tornare "in campo". Elena Zannoni, 49enne amministratrice delegata di una società di servizi, è la candidata sindaca di Lugo scelta dal Partito Democratico - che proprio ieri ha ufficializzato la sua 'squadra' - e sostenuta dalla coalizione di centrosinistra (Pd, Insieme per Lugo, Italia Viva, M5S, PrI, PsI, Sinistra Italiana e Verdi) per le prossime elezioni amministrative di giugno. Zannoni è entrata in consiglio comunale per la prima volta a 19 anni e ha rivestito il ruolo di assessora ai servizi sociali e al personale e bilancio, prima con il sindaco Roi, poi con il sindaco Cortesi (col quale è stata anche presidente del consiglio comunale). Iscritta all'Anpi, ha lavorato nella cooperazione e ha svolto attività di volontariato nell’accoglienza dei bambini di Chernobyl, nella promozione dell’affido e nell’ospitalità da zone terremotate o di guerra. "Mi candido perché Lugo è il mio territorio, un luogo bellissimo e ospitale, la casa dei miei figli e la nostra comunità", dice.

In vista delle elezioni di giugno, abbiamo fatto qualche domanda alla candidata sindaca.

Zannoni, perché ha deciso di candidarsi?
L’ho fatto perché era giusto farlo, perché amo la mia comunità, perché ho sempre creduto che l’impegno civico sia un dovere. Ci ho pensato davvero tanto prima di accettare, ma alla fine ho deciso che dovevo prendermi la responsabilità di lavorare perché i futuri cittadini di Lugo la ritrovassero coesa, solidale, viva, accogliente.

Per lei è un ritorno alla politica dopo alcuni anni di distanza, essendo già stata assessora per due legislature: come è cambiata in questi anni la città da quelle esperienze?
E’ cambiata tanto, soprattutto in questi 5 anni perché tutti noi abbiamo toccato con mano le fragilità di un territorio e le nostre. Alluvione, tornado, pandemia hanno mostrato che siamo esposti a eventi non sempre prevedibili e di portata epocale. Per questo credo sia importante un approccio serio e competente a questi temi. Non si può improvvisare il governo di una città come la nostra, soprattutto su temi come tutela del territorio e sanità. E poi si sono acuite le fratture sociali: dovremo lavorare per una ricomposizione. Ma Lugo è anche cambiata in positivo perché si sono fatte tante opere e tante sono in fase di realizzazione: penso a Piazza Savonarola, l’auditorium e il nuovo asilo. E perché il centro è più vivo, con eventi che richiamano persone anche da lontano.

elena-zannoni-4

Cosa porterebbe delle sue diverse esperienze, politiche e non, nel governo della città, se venisse eletta?
Da quella amministrativa, anche se ormai datata, la conoscenza della macchina amministrativa, dell’Unione, delle competenze e le responsabilità del sindaco. Da quella professionale il metodo di lavoro, le capacità organizzative e di gestione del personale, sapere come funziona un’azienda, il fatto che il conflitto può essere un’opportunità, i modelli di leadership. Dal volontariato l’importanza delle reti e della coesione. Dallo sport la disciplina e la voglia di migliorare. E infine, dai miei figli, che non bisogna prendersi troppo sul serio e che la verità paga sempre.  

Quali sono le priorità da portare avanti e le criticità maggiori da risolvere?
Molte delle priorità le ho messe nelle pillole del programma: frazioni e decentramento, impresa e lavoro, riqualificazione degli impianti sportivi, bambini e bambine, adolescenti, cultura. Sicuramente dovremo presidiare la sanità, la scuola e la formazione, la transizione energetica. Poi ho quattro quaderni pieni di appunti degli incontri fatti fino a oggi, dentro ci sono le cose da verificare e valutare che mi hanno segnalato i cittadini. 

Se fosse eletta, quale sarebbe la prima cosa che farebbe?
La giunta? (ride, ndr) A parte gli scherzi, ho in mente due temi: incontrare da subito gli altri sindaci della Bassa Romagna per rilanciare il progetto dell’Unione dei Comuni e condividerne le fondamenta e gli indirizzi principali. Il secondo, più locale: richiedere un monitoraggio degli spazi di proprietà comunale disponibili o da sistemare per capire come affrontare il tema della grande necessità da parte in particolare di associazioni di varia natura e ragazzi per le loro attività. 

elena-zannoni-ranalli

Quali sono le cose che la preoccupano di più nell'ipotesi di una vittoria del centrodestra? 
Ci sono valori propri del centrosinistra che sono nel DNA di Lugo da sempre: coesione, solidarietà, equità. Una rete di servizi alla persona e di attenzione ai più fragili. La lotta alle discriminazioni. Vogliamo preservare tutto questo. 

Una parola sui suoi avversari politici?
Io faccio la mia campagna elettorale, porto avanti il progetto del centrosinistra. Credo che non mi si sentirà mai dire una parola contro i miei avversari e sono certa che, qualora fossi eletta sindaca, avrò grande rispetto anche per le forze di minoranza per il contributo che vorranno dare al governo del territorio. Naturalmente mi aspetto lo stesso rispetto e gli stessi toni da loro. 

Se dovesse finire al ballottaggio, con chi le piacerebbe gareggiare dei suoi avversari?
Sto facendo tutto quello che posso per incontrare i cittadini e dare loro modo di scegliere consapevolmente il programma più credibile. L’obiettivo è quello di non andare al ballottaggio. Considero però che ci sarà un effetto trascinamento delle Europee e quindi, qualora ci si andasse, credo ci sia solo un possibile scenario: quello che vede centrodestra e centrosinistra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Lugo, intervista alla candidata del centrosinistra Elena Zannoni: "L'Unione dei Comuni dev'essere rilanciata"

RavennaToday è in caricamento