rotate-mobile
Politica

Elezioni politiche, Bakkali a confronto con l'attivista Cathy La Torre sul tema dei diritti civili

Cathy La Torre – per tanti l’"Avvocathy, metà umana metà avvocata", per altri l’avvocata dei “dimenticati fra i dimenticati” – nel 2019 è stata insignita del premio “The Good Lobby Awards” come “Miglior avvocato pro bono d’Europa”

Ouidad Bakkali, candidata del Partito Democratico alla Camera dei Deputati, incontrerà Cathy La Torre domenica 11 settembre alle ore 19 alla Festa dell’unità di Ravenna in un incontro dal titolo “Ci sono cose più importanti” come l’omonimo libro dell'avvocata e attivista dei diritti civili. Trentacinque anni, assessora per dieci a Ravenna, Bakkali, nuova vicesegretaria del Pd regionale, si confronta con Cathy La Torre su uno dei temi a lei più cari, quello dei diritti civili.

"Questo dialogo pubblico con Cathy La Torre – dice Bakkali – è l’occasione per portare al centro della campagna elettorale il tema dei diritti, di tutti i diritti, da quelli di cittadinanza a quelli civili. Oggi c'è una nuova generazione di ragazze e ragazzi, figli degli immigrati degli anni '80-'90 come me, che sono in grado di portare avanti in prima persona la lotta per i loro diritti. Non sono più altri a portarla avanti per noi. Oggi i giovani e le giovani ci chiedono strumenti per essere indipendenti, autonomi e poter esprimere il proprio potenziale a prescindere dalle condizioni di partenza. Il flusso migratorio che ci preoccupa di più è quello delle centinaia di migliaia di italiane e italiani che se ne vanno, perché non intravedono un futuro qui, in Italia o sul nostro territorio. I diritti civili e le libertà individuali si legano ai diritti sociali e le nuove generazioni lo sanno bene. Ci stanno chiedendo di tenere insieme il diritto al lavoro, all’impresa, a una formazione di qualità e al passo con le sfide contemporanee e diritti civili che riconoscano loro libertà di scelta e di poter vivere in un’Italia inclusiva e attenta alle diversità".

Cathy La Torre – per tanti l’"Avvocathy, metà umana metà avvocata", per altri l’avvocata dei “dimenticati fra i dimenticati” – origini siculo-statunitensi, è attivista genderfluid, lesbica ed è la prima persona non transessuale a diventare vicepresidente della più grande associazione Trans d’Europa, il "Movimento Identità Trans". Nel luglio del 2019 fonda, assieme alla filosofa Maura Gancitano, "Odiare Ti Costa", un’imponente iniziativa contro l’odio in rete che in pochi mesi catalizzerà l’attenzione di migliaia di persone. Nel 2019 è stata insignita del premio “The Good Lobby Awards” come “Miglior avvocato pro bono d’Europa”. Nel 2020 pubblica in Strade Blu Mondadori il suo primo libro, "Nessuna causa è persa", e a maggio del 2022 "Ci sono cose più importanti". Attualmente vive fra Italia, Europa e Stati Uniti, inseguendo diritti negati o smarriti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni politiche, Bakkali a confronto con l'attivista Cathy La Torre sul tema dei diritti civili

RavennaToday è in caricamento