Elezioni a Faenza, i cattolici sostengono Isola: "A destra uso strumentale della religione"

Quasi 70 cattolici faentini, a titolo personale, attivi nell'associazionismo, nel volontariato e nelle organizzazioni sociali di vario genere hanno aderito a un manifesto a sostegno del candidato sindaco Massimo Isola

Quasi 70 cattolici faentini, a titolo personale, attivi nell'associazionismo, nel volontariato e nelle organizzazioni sociali di vario genere hanno aderito a un manifesto a sostegno del candidato sindaco Massimo Isola e della sua coalizione di centrosinistra alle prossime elezioni di Faenza.

"Anche per noi, impegnati e provenienti a vario titolo da associazioni di ispirazione cristiana, la scadenza elettorale per il rinnovo dell’Amministrazione Comunale di Faenza è estremamente importante - spiegano i firmatari - Dobbiamo essere coscienti che, dopo la tristissima emergenza sanitaria dalla quale non siamo ancora usciti, gli effetti ulteriormente perversi della pandemia li riscontreremo nel prossimo futuro soprattutto nell’avanzamento della crisi economica, nella crescita della mancanza di lavoro con possibili pesanti ricadute sul tessuto sociale. Proprio per questo servono abnegazione e competenza per costruire, lontano da ogni slogan atto a catturare facili e superficiali consensi, politiche locali ampiamente condivise e partecipate, in grado di aiutare lo sviluppo di una comunità aperta, dinamica, matura e responsabile, nonché per sostenere una adeguata politica sanitaria territoriale e dei servizi alla comunità. Senza un forte impegno comune per garantire un autentico equilibrio sociale a soffrire di più saranno gli anziani, i disabili, i disoccupati, i giovani che non potranno continuare gli studi, in sostanza tutte le componenti più fragili della società".

"Dopo la ricostruzione e fin dalla liberazione dal nazi-fascismo, per 70 anni questo equilibrio è stato ricercato dalle diverse amministrazioni comunali pur nella diversità delle ispirazioni ideali che le animavano, non escluse quelle dei cattolici democratici che, senza esibire pubblicamente crocifissi o corone del rosario, hanno cercato di migliorare le condizioni di vita dei cittadini attraverso il dialogo, il confronto, l’ascolto e l’impegno operativo - continuano i firmatari - Noi crediamo in una progettualità con una visione per il futuro che si fondi su valori importanti come il lavoro e la sua dignità, la solidarietà, il rispetto della persona nei suoi diritti e doveri, la sussidiarietà, l’equità, la coesione sociale, il diritto alla vita, il bene comune, le politiche a sostegno delle famiglie, la tutela dell’ambiente naturale, una seria politica dell’accoglienza e dell’integrazione (come fortemente auspicato da Papa Francesco anche in ordine alla pratica di un proficuo dialogo interreligioso). Per questi motivi non possiamo stare dalla parte di una coalizione nella quale è presente e attivo chi fa un uso strumentale della religione, istiga divisioni e paure, proclama il sovranismo ed esprime idee ostili agli stranieri sostenendo un candidato che fino a ieri agiva in una compagine amministrativa ispirata a valori diversi. La coerenza è per noi un valore fondamentale. Pur rispettando il legittimo pluralismo delle scelte, noi riteniamo che la coalizione di centrosinistra guidata da Massimo Isola, persona che ha già dimostrato competenza e affidabilità amministrativa, sia maggiormente rispondente ai valori cristiani in cui crediamo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto contro un albero: perde la vita un giovane di 22 anni

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Vivere in montagna, l'opportunità diventa realtà per 341 giovani coppie e famiglie

  • Troppe persone nel negozio di alimentari: chiuso per 5 giorni

Torna su
RavennaToday è in caricamento