Elezioni a Massa Lombarda, Bonaccini a sostegno del candidato sindaco Bassi

Il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini ha animato il pomeriggio di venerdì a Massa Lombarda presenziando prima all’inaugurazione ufficiale della nuova tensostruttura polivalente realizzata in Via Fornace di sopra

Il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini ha animato il pomeriggio di ieri, venerdì 10 maggio, a Massa Lombarda presenziando prima all’inaugurazione ufficiale della nuova tensostruttura polivalente realizzata in Via Fornace di sopra, e partecipando successivamente ad un incontro pubblico in Piazza Matteotti nell’ambito della campagna elettorale della lista “Il Futuro in Comune” che sostiene la candidatura di Daniele Bassi a sindaco di Massa Lombarda.

“Ringrazio il presidente Bonaccini per la sua presenza di oggi – ha detto Daniele Bassi – a Massa Lombarda, prima alla nuova tensostruttura poi in piazza. Regione e realtà locali sono vicine e si confrontano quotidianamente per la crescita dell’intero territorio. Anche qui, nella nostra città abitata da persone generose ed allo stesso tempo esigenti, l’attenzione delle istituzioni pubbliche deve essere sempre alta. Tutto questo in modo da capire, attraverso gli amministratori locali, le esigenze di tutti e farle loro trasformandole in interventi concreti”.

“Salvini vuole mandare a casa gli attuali governi locali e quello della Regione. E tutto ciò è lecito – ha sottolineato nel suo intervento in piazza Stefano Bonaccini – e fa parte della democrazia. Quello che però non può dire è che vuole mandare a casa ‘quelli che hanno lavorato per quattro amici’. Se così fosse questa non sarebbe da 4 anni la Regione che cresce di più nel paese, che è prima nell’export pro-capite davanti a Lombardia e Veneto, che ha ridotto la disoccupazione dal 9% al 5,9%. I meriti per questi risultati sono di tutti, in particolare di amministrazioni locali come quella di Massa Lombarda che hanno governato e stanno governando bene. Se l’Italia somigliasse un po’ di più all’Emilia-Romagna, forse l’Italia che oggi guida Salvini sarebbe un po’ più forte”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La macabra sfida del 'Samara Challenge' arriva in Romagna: "Gioco pericoloso"

  • Vanno dal meccanico dopo l'incidente e ne fanno un altro: curiosa "scia" di sinistri

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • La crema antirughe dell'azienda di Cotignola vince il premio 'Bio Awards'

  • Elisa, Alessandra Amoroso, Guccini e Tiromancino: ospiti di lusso per "Imaginaction"

  • Agricoltori in ginocchio: "Crisi senza precedenti, le aziende gettano la spugna"

Torna su
RavennaToday è in caricamento