Sabato, 18 Settembre 2021
Politica

Elezioni amministrative, il Pd non cambia squadra: si ricandidano tutti gli assessori Dem

Tante le riconferme in casa Pd in vista delle prossime elezioni: ci saranno gli assessori del partito e la presidente del consiglio comunale. De Pascale: "Il Pd sarà uno dei grandi protagonisti della vita cittadina"

"E' stato fatto un grande lavoro sui temi strategici per la città in questi cinque anni e quindi dobbiamo sostenere con ancora più forza la seconda parte del lavoro che tocca al sindaco Michele de Pascale". Con queste parole il segretario comunale del Partito Democratico Marco Frati presenta il simbolo del Pd in vista delle prossime elezioni comunali. Un simbolo sul quale stavolta, a differenza del 2016, campeggia anche il nome del candidato sindaco. Una lista che presenterà circa una trentina di candidati. Per i dem questo è l'avvio vero e proprio della campagna elettorale a sostengno della ricandidatura di de Pascale il quale, a sua volta, ha lanciato una frecciatina all'opposizione: "Non può essere imputato a noi il problema di una campagna elettorale che non decolla".

"Spesso ci viene rinfacciato di non essere abbastanza visibili durante la campagna elettorale, ma credo che il Pd possa rivendicare il lavoro importante svolto a Ravenna e in Emilia Romagna - prosegue Frati - Quella di de Pascale è una candidatura naturale, al suo fianco abbiamo costruito una squadra molto forte". La lista vedrà infatti i nomi di tutti gli assessori uscenti del Partito Democratico: Massimo Cameliani, Giacomo Costantini, Federica Del Conte e anche Ouidad Bakkali la quale, in caso di elezione, non ricoprirà nuovamente il ruolo di assessore per scelta personale. Gli altri assessori dell'attuale Giunta si presenteranno in altre liste, a eccezione di Elsa Signorino che ha già fatto sapere di non volersi ricandidare.

"Ricandidarsi non era scontato - prosegue Frati - E' un atto di generosità nei confronti del partito e della città. Il Pd è convinto di ottenere un importante risultato. Nella nostra lista ci saranno anche nomi non strettamente legati al partito, e questa è una grande dimostrazione di forza e del sapere offrire alla città una proposta di qualità". Tra i candidati che verranno presentati a fine mese non mancherà la voce delle varie località del forese: "Conosciamo il territorio fino in fondo - conclude il segretario - non come altri vogliono far credere".

"C'è l'orgoglio di metterci la faccia per risolvere i temi che la pandemia ha reso ancor più evidenti - afferma la candidata e vicesegretaria regionale del Pd Ouidad Bakkali - Sentiamo la responsabilità di rimetterci in gioco. Portiamo esperienze, ma vogliamo essere anche 'misurabili' e affrontare le questioni a viso aperto stando sui temi. Sicuramente nei prossimi 5 anni vivremo in un mondo diverso da prima; serviranno quindi visioni nuove, ripulite dai soliti rituali amministrativi. Dobbiamo essere pronti a raccogliere le sfide del futuro".

Nella lista dei candidati dem si ripresenterà anche l'attuale presidente del consiglio comunale Livia Molducci: "Il lavoro nei circoli è partito ancora nel periodo del lockdown anche attraverso i sondaggi online - spiega - Sondaggi ai quali i cittadini hanno risposto dandoci la loro visione e anche alcune proposte concrete di cui il Pd terrà conto. E' risultato anche un buon gradimento dei servizi della nostra città, mentre è emersa la necessità di centri di aggregazione in vari punti del territorio. Tutte proposte che confluiranno nel programma della nostra coalizione".

A completare la lista dei candidati dem, a fianco di assessori uscenti e della presidente Molducci si ricandideranno anche altri componenti del consiglio a fianco di giovani leve. Insomma, giovani energie, nuove visioni ed esperienza amministrativa. "Servono dialogo, ascolto e rispetto di tutte le posizioni - conclude Molducci - Solo così si potrà rispondere alle esigenze dei nostri cittadini".

"Avere alle proprie spalle una forza politica come il Pd è un orgoglio - ammette il sindaco de Pascale - in altre parti del Paese si fa politica molto più in solitudine". De Pascale vuole poi smontare alcune critiche che si ripetono durante la campagna elettorale: "Una polemica ricorrente è che con tante liste il Pd venga penalizzato. Ecco, io voglio ricordare che il candidato sindaco si rivolge a tutto l'elettorato ed è il candidato di una intera coalizione. Coalizione già molto ampia, ma non escludiamo che nelle prossime settimane possa allargarsi ulteriormente". 

E proprio sulla coalizione de Pascale si dimostra particolarmente fiducioso: "Il Pd nel nostro territorio ha fatto la scelta politica di non viaggiare in solitudine. E mi sembra la scelta giusta, perché quasi sistematicamente nelle città dove il Pd costruisce una coalizione ampia ottiene grandi risultati, a diffrenza di dove decide di presentarsi da solo. Questi sono elementi oggettivi - conclude il sindaco uscente - Il Pd sarà uno dei grandi protagonisti della vita cittadina e stiamo facendo lavoro rigoroso sul territorio e sul programma, non solo con finalità elettorali".

elezioni presentazione simbolo Pd 2-2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni amministrative, il Pd non cambia squadra: si ricandidano tutti gli assessori Dem

RavennaToday è in caricamento