Politica

Elezioni amministrative, si parla di sanità con la candidata del Pri Chiara Francesconi

Nuovo appuntamento pubblico per Chiara Francesconi, candidata alle prossime amministrative del Comune di Ravenna per il PRI in programma il 3 e 4 ottobre 2021

Nuovo appuntamento pubblico per Chiara Francesconi, candidata alle prossime amministrative del Comune di Ravenna per il PRI in programma il 3 e 4 ottobre 2021. Proseguono infatti i forum pensati quale stimolo per confronti costruttivi e raccolta di opinioni in ogni ambito della collettività.

Lunedì 13 Settembre, dalle ore 18.30 nello spazio eventi al primo piano del Mercato Coperto di Ravenna, si svolgerà l’iniziativa dal titolo “Sanità: bisogni di cura, di spazi, di digitalizzazione”. Un evento che consentirà di porre l’attenzione su alcuni dei temi di maggior interesse in questa fase per quanto concerne il settore sanitario locale, con uno sguardo anche ad un ambito più allargato.

Numerosi gli ospiti che interverranno all’evento che avrà, nella veste di moderatore, Gianluigi Schiavon, vice direttore de il Resto del Carlino:  Dott. Stefano Falcinelli, Presidente Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna; Dott. Venerino Poletti, Direttore del Dipartimento Malattie dell’Apparato Respiratorio e del Torace Ausl Romagna; Petia Di Lorenzo, Vice presidente dell’OPI Ordine Professioni Infermieristiche di Ravenna; Paolo Palmarini, Segretario Generale UIL FPL Emilia-Romagna.

Nel corso del forum è naturalmente previsto anche un intervento della stessa Chiara Francesconi, oltre che di Paolo Guerra, candidato indipendente PRI Ass. AssoRaro.

“Il Servizio Sanitario Nazionale, anche sul nostro territorio, denota purtroppo da tempo – dice Chiara Francesconi anticipando alcuni dei temi che saranno affrontati nel corso del forum – segnali di una grave crisi che è necessario affrontare. Dal punto di vista del personale medico e infermieristico le condizioni di lavoro sono spesso critiche, con situazioni di troppa pressione. Per diverse specialità mediche non è stato programmato e preparato quel ricambio generazionale che è ormai diventato una questione di grande criticità. Dal punto di vista dei pazienti, è fondamentale accompagnarli nel cambiamento culturale: le aggregazioni in studi associati, come le Case della Salute ed i nuclei strutturati, rischiano di penalizzare la prossimità delle cure. Le relazioni personali fra paziente e medico, il loro rapporto fiduciario, non possono venire meno”.

L'evento si svolgerà nel pieno rispetto delle normative e delle disposizioni contro la diffusione del Covid-19.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni amministrative, si parla di sanità con la candidata del Pri Chiara Francesconi

RavennaToday è in caricamento