Elezioni, Ancarani (FI): "Sospendere le multe del Siriored: sono illegittime"

"Ora si apprende che il Comune probabilmente non aveva alcun diritto di effettuare quella installazione, o meglio di esigere sanzioni da quegli apparecchi"

“Per anni la sinistra si è vantata di avere una capacità tecnica di governo più elevata di qualunque avversario. Siamo sempre stati convinti che non fosse così, ma ormai abbiamo quotidiana conferma di quanto ciò fosse falso. Oggi tocca al SIRIORED ovvero a quel mefistofelico meccanismo grazie al quale, con la scusa di diminuire gli incidenti nel cosiddetto incrocio della morte, il Sindaco Fabrizio Matteucci ha vessato ravennati e non solo rimpinguando le casse del Comune con multe salate che non solo non hanno risolto il problema di quell’incrocio, la cui ultima vittima risale a troppo poco tempo fa - peraltro a siriored già abbondantemente installato e funzionante - ma ha spesso contribuito ad aumentarli, come già due anni fa proprio Forza Italia preannunciò che sarebbe accaduto, a causa delle svolte a sinistra”: è la presa di posizione di Alberto Ancarani, esponente di Forza Italia, che chiede che il Comune sospenda la comminazione delle sanzioni in via cautelativa”.

Sempre Ancarani: “Ora si apprende che il Comune probabilmente non aveva alcun diritto di effettuare quella installazione, o meglio di esigere sanzioni da quegli apparecchi in quanto il Ministero dice chiaramente che è assente una specifica direttiva dello stesso ministero prevista dalla legge, che il Comune si è ben guardato dall’aspettare, tanto forte era la voglia di spremere le tasche dei cittadini. Ora, sebbene il Comune si appelli ad un presunto conflitto di norme è evidente la necessità di spegnere immediatamente quelle telecamere, o almeno di sospendere l’ordinanza che dispone la comminazione delle sanzioni onde evitare di continuare a vessare ingiustamente i cittadini. Da questo momento infatti, se dovesse essere confermata ulteriormente la mancanza di autorizzazione da parte del ministero, coloro che faranno ricorso potrebbero molto più facilmente vederselo accogliere, e quelli in passato già multati potrebbero addirittura fare causa al comune per vedersi restituito quanto versato per multe che l’amministrazione non aveva diritto né di pretendere né di riscuotere”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Politicamente la responsabilità degli ammanchi che deriverebbero alle casse del Comune, e che dunque non dovevano neppure essere messi a bilancio preventivo è dell’amministrazione uscente che, sprezzante delle norme ma con l’unico desiderio di mettere le mani nelle tasche dei cittadini si è incaponita nell’installazione di quegli apparecchi. La sinistra di De Pascale e Matteucci non sa governare. Ogni giorno fornisce nuove prove all’opinione pubblica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento